Fitbit Inspire 2 recensione

Fitbit Inspire 2 è la nuova smartband del colosso dei fitness tracker. Non troviamo caratteristiche di spicco ma permette di entrare nel mondo Fitbit con poco meno di 100 Euro.

Confezione Fitbit Inspire 2

La confezione è in carta ed è molto curata. Al suo interno troviamo un Inspire 2 con due cinturini in plastica, uno già applicato e uno di maggiore lunghezza per polsi più grossi. Il cavo di ricarica è una basetta con due pin da un alto e USVB A dall’altro. Non mancano alcuni foglietti illustrativi

Materiali e design

Fitbit Inspire 2 mi è piaciuto dal punto di vista estetico. Infatti ha un design semplice e accattivante. Sia il cinturino che il corpo è in silicone ma è ben assemblato e non mostra alcun cedimento. Troviamo la resistenza dall’acqua fino a 50 metri di profondità. Le dimensioni sono di 3.7 x 1.68 x 1.29 cm con un peso di 30 grammi quindi molto portatile e poco fastidioso. Io mi sono trovato bene con il cinturino standard, è comodo e permette al fitness tracker di restare ben fermo al polso. Ho apprezzato che il sistema di chiusura sia classico con la fibbia e i due gancetti. Questo mi fa stare tranquillo dal rischio di perdere da qualche parte il prodotto.

Fitbit Inspire 2 è molto semplice da utilizzare. Il display è un OLED da 0,72 pollici con supporto al touch screen che permette di navigare tra i menù. Mentre la funzione back è assegnata alla pressione in contemporanea dei due sensori situati ai bordi del dispositivo. Una scelta non proprio comoda durante l’utilizzo quotidiano.

Scheda tecnica

  • Display: 0,72? OLED bianco e nero;
  • Dimensioni: 3.7 x 1.68 x 1.29 cm;
  • Peso: 30 grammi;
  • Connettività: Bluetooth 4.2:
  • Sensori: battito cardiaco;
  • Sistema operativo: Fitbit OS;
  • Altro: resistenza ad acqua fino a 50 metri.

Display

Fitbit ha scelto pannello di soli 0,72 pollici che purtroppo non occupa tutta la parte frontale. Troviamo un OLED ma in bianco e nero. Avrei gradito i colori ma vista la diagonale e le funzionalità limitate non è un grosso problema. Si fa però perdonare con la buona luminosità e angoli di visione corretti. Manca un sensore di luminosità, ma se si disattiva l’opzione “abbassa luminosità schermo” rimane ben visibile anche al sole. Il touchscreen è preciso. Manca la modalità always on ma bisogna fare affidamento alla riattivazione con movimento del polso oppure al doppio tap. Purtroppo è poco precisa e quindi non sempre funzionano al primo tentativo.

Fitness

Il monitoraggio della aprte fitness è il core principale di Fitbit, anche se in questo Inspire 2 non convince del tutto ma non delude nemmeno. Mi è piaciuto il rilevamento automatico degli allenamenti, una funzione che apprezzo perché a volte mi dimentico di farla partire. In questo modo verranno analizzate le zone cardio ( con divisione tra picco e attività aerobica), minuti di attività aerobica e brucia grassi, battito cardiaco medio e massimo e le calorie bruciate sia totali che al minuto. Per visualizzare invece il percorso sulla mappa è necessario invece lo smartphone perché Inspire 2 non ha il GPS. Si può monitorare corsa, bici, nuoto, tapis roulant, pesi ed esercizio a intervalli. La rilevazione dei passi mi ha convinto poco perché sovrastima, alcune volte di poco ma molte aggiunge anche più di mille passi. Ho provato a fare 30 passi, e la Mi Band 5 ha segnato 39 quindi poco più, invece il Fitbit intorno ai 50 quindi ben di più. Mentre la misurazione del battito cardiaco è precisa, in linea con altri dispositivi da me testati. Purtroppo manca la rilevazione dell’ossigenazione del sangue. Infine il monitoraggio del sonno che è preciso e divide tra totale, profondo, leggero e REM.

Software

Fitbit OS è un sistema operativo semplice e intuitivo. Il tutto è incentrato sul fitness perché ci sono poche impostazioni di personalizzazioni. Ci sono diversi widget rapidi su dati fitness come passi, sonno e zone cardio. Si possono attivare i vari allenamenti e il cronometro. C’è la funzione di sveglia ma si imposta dall’app. Troviamo il supporto a tutte le notifiche, che si possono selezionare e deselezionare. Alla ricezione di una notifica purtroppo non si accende lo schermo, se non con la rotazione del polso o doppio tap sullo stesso. Purtroppo non si può rispondere nemmeno su Android, a differenza di altri Fitbit. Ho trovato scomodo il dover fare cancella per chiudere la visualizzazione estesa della notifica e poi ancora cancella per la rimozione dalla smartband rimane.

Hardware

Il sistema operativo è sempre fluido, e si scorre agilmente tra i menù. Il Bluetooth 4.2 ha una buona portata. Purtroppo manca il GPS e quindi bisognerà utilizzare quello dello smartphone.

App

L’app Fitbit, disponibile gratis su Google Play Store e App Store, permette di configurare il proprio fitness tracker e di visualizzare su uno schermo più grande i propri dati. Sulla pagina principale troviamo un riepilogo di passi, km percorsi, il sonno, zone cardio. Si possono iniziare sessioni di rilassamento grazie alla mindfulness, inserire il proprio peso, la quantità di acqua bevuta e i cibi che si ha mangiato.

C’è poi la sessione di comunità che rappresenta un social network incentrato sullo sport. Acquistando Inspire 2 si ha diritto ad un anno di Fitbit Premium che poi si rinnoverà mensilmente o annualmente, se non si disattiva prima. Si tratta di un servizio che permette di visualizzare dati aggiuntivi su sport e sonno e persino dei consigli personalizzati sugli allenamenti . Nella sezione dedicata al dispositivo ci sono alcune impostazioni su notifiche e sulla indicazione del polso su cui si indossa Inspire 2.

Si possono aggiungere le sveglie, i promemoria di movimento e scegliere i collegamenti da mostrare. Non sono riuscito a cambiare il quadrante orologio ma dovrebbero essere molti disponibili. Aggiornerò la recensione se il bug di connessione dovesse risolversi o se si tratta di un problema del mio sample. Infine ci sono le guide rapide a alcune impostazioni sull’account.

Autonomia

L’autonomia è buona. infatti con tutto attivo ho raggiunto tra gli 8 e 9 giorni di utilizzo. La ricarica avviene tramite base con attacco proprietario.

Conclusioni

Fitbit Inspire 2 è disponibile sul sito ufficiale a 99.95 Euro e su Amazon a pochi centesimi meno. Mi è piaciuto l’ecosistema Fitbit per la sua app molto curata, il simpatico sistema delle medaglie per invitare a svolgere più attività fisica e il numero di dati forniti. Di contro i passi poco precisi e l’obbligo di Fitbit Premium a pagamento per alcune funzioni non mi hanno convinto. Mentre come hardware non è sicuramente la migliore smartband in commercio, per via del display in bianco e nero e il scomodo modo di tornare indietro. Quindi in quel caso ci sono la Honor Band 6 e la Xiaomi MI Band 6 che a metà prezzo hanno schermi a colori più grandi, un sistema operativo più curato e con numerose funzioni e soprattutto costano la metà. Ringrazio Fitbit per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks