OnePlus 6T -recensione

Oneplus 6T é il successore di OnePlus 6 uscito appena sei mesi dopo. Ormai sono diversi anni che l’azienda ci ha abituati così. Comunque questo 6T risolve alcune pecche del 6 e li rende un ottimo prodotto. Ve ne parlo nella recensione:

Confezione


Nella confezione troviamo lo smartphone, una cover in silicone opaca, un caricatore da parete Dash charge, il classico solidissimo cavo rosso USB a Type C di OnePlus e un manualetto di istruzioni.

Qualità costruttiva e componenti


Lo smartphone è realizzato in metallo. É solido ma un po’scivoloso. Seppur sia uno smartphone grande, la sua forma allungata lo rende facilmente utilizzabile. Frontalmente troviamo un display Aptic Amoled da 6,41? con un piccolo notch a goccia. Lo trovo una buona soluzione perché permette di avere un display con cornici sottilissime, equivalenti sopra e sotto, ma lasciando fotocamera frontale, sensori di luminosità e prossimità e capsula auricolare. Sempre fulmineo lo sblocco facciale con molta luce.
Sul lato destro è presente il tasto per mettere il silenzioso e quello accensione.
Su quello sinistro il bilanciere del volume e il carrellino delle due Sim.
Sul lato superiore il secondo microfono. Mentre sotto la porta Type C di tipo 2.0 uno speaker di sistema e un microfono.
Sul retro abbiamo una dual camera e il flash. Perdiamo purtroppo il led di notifica e il jack da 3,5 mm

Scheda tecnica


Display: 6,41? Optic Amoled Full HD+ 19,5:9
Processore: Qualcomm Snapdragon 845 octa-core
RAM: 6 o 8 GB
Memoria interna: 128 o 256 GB
Fotocamere posteriori: 16 mpx f/17 + 20 mpx f/17
Fotocamera anteriore: 16 mpx f/2.0
Connettività: WiFi dual band, Bluetooth 5.0, NFC, GPS, USB Type C.
Sensori: luminosità, prossimità, bussola, giroscopio
Batteria: 3700 mAh
Sistema operativo: Oxygen OS 9.0 Android 9.0 Pie

Display


É un Optic Amoled da 6,41 pollici Full HD+. É un ottimo pannello molto luminoso. Buoni angoli di visione e buona la luminosità automatica. Ci sono diversi profili colore. Il sensore di luminosità lavora bene. Il notch a goccia mi piace perché è piccolo e non impedisce di vedere le notifiche nella status bar.

Lettore di impronte digitali


Il lettore di impronte ? situato sotto il display di OnePlus 6T. Come posizionamento ? comodissimo. Mentre come prestazioni non siamo ai livelli di un lettore classico. Non ? velocissimo e alcune volte fallisce se non si appoggia bene il dito. Però nel complesso si riesce sempre a sbloccare lo smartphone con facilità.

Parte telefonica e ricezione


La parte telefonica funziona bene. OnePus 6T aggancia sempre il 4G+ senza problemi. L’audio in chiamata è alto e si sente bene sia da capsula che da speaker di sistema.Il WIFI dual band prende bene. Il GPS è preciso. NFC presente. Il bluetotoh 5.0 funziona bene. La USB type Cè purtroppo solo 2.0 quindi non ha la uscita video. Manca il jack da 3,5 mm.

Software


Abbiamo la Oxygen OS 9.0 basata su Android 9.0 Pie con le patch di sicurezza di gennaio 2019. OnePlus continua nella sua scelta di proporre un Android quasi puro con delle chicche interessanti. Abbiamo il launcher con drawer che permette di cambiare le icone e la griglia. Shelf con i widget. C’è la modalità lettura, il display ambient, le gesture che ho trovato comode anche se non come quelle di Xiaomi, la modalità gioco, app parallele per duplicare alcune app, avvio veloce, app locker per bloccare con codice alcune app, Insomma un software completo e molto aggiornato. Ottimo il supporto del modding grazie alla presenza di parecchie custom ROM.

Prestazioni


Come da tradizione OnePlus, anche questo 6T è davvero molto prestante. io ho provato il modello con 8 GB di RAM e 128 di Memoria interna. Ma sicuramente anche 6 GB di RAM sarebbero più che sufficienti. Lo smartphone è rapidissimo ad avviare tutte le applicazioni e sempre fluido in tutte le condizioni di utilizzo. Non teme assolutamente il gaming. Mentre la tastiera GBoard è molto reattiva.

Fotocamera


L’applicazione fotocamera è semplice e intuiva. presente il supporto HDR, la modalità Pro, il time laps e la modalità ritratto. Gli scatti sono molto rapidi. Mentre i risultati sono davvero molto buoni in presenza di molta luminosità con molti dettagli. invece al calare della luce gli scatti soffrono di più rispetto ad un cameraphone. I selfie vengono molto bene.I video arrivano a 1080p a 60 fps e in 4k a soli 30. Vengono molto bene sia per colori, messa a fuoco e zoom.

Audio


L’audio è solo mono ma si sente bene grazie ad un buon volume e una buona qualità. Peccato che anche OnePlus abbia tolto il jack da 3,5 mm che spesso mi è mancato durante questa prova.

Autonomia


OnePlus 6T risolve il tallone d’Achille di OnePlus 6. Infatti finalmente abbiamo una 3700 mAh che dura davvero tanto. Nelle giornate più intense si arriva comunque a sera con il 30% e diverse ore di schermo. Con uso più leggero ho fatto un giorno e mezzo, lasciandolo per errore connesso alla rete Wifi. Non manca la ricarica dash Charge che in un’ora ha caricato dal 20 al 90%.

Prezzi


Ogni anno che passa OnePlus aumenta sempre di più il prezzo. Non è più il flagship killer di una volta ma rimane l’ottimo rapporto qualità prezzo. Il taglio base 6/128 costa 559 Euro, 589 per il 8/128 e 639 per il modello 8/256 GB. Ci sarebbe anche la variante McLaren con 10 GB di RAM ma la reputo totalmente inutile. In generale rimane un prezzo abbordabile e con la vendita su Amazon qualche sconticino scappa, anche se riesce a mantenere il prezzo per tutto il periodo di vendita

In conclusioni mi è piaciuto molto per il software, il display con il lettore integrato, l’autonomia e le prestazioni. Smartphone ottimo che comprerei.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks