Sony Xperia 5 II recensione

Sony Xperia 5 II é il nuovo smartphone compatto di casa Sony. Non è piccolo come i vecchi Xperia Compact, ma con il suo display 6,5″ in 21:9 risulta più maneggevole. Ve ne parlo nella recensione di oggi


Confezione


Nella piccola confezione troviamo lo smartphone, un paio di auricolari in-ear, un cavo dati da entrambe le estremità USB type C, un caricatore da parere 5v 3.0 A e vari manualetti illustrativi.

Materiali e design

Come ci si aspetterebbe da uno smartphone di fascia alta con una ottima qualità costruttiva. Troviamo un vetro Gorilla Glass 6 sia sul fronte che sul retro dello smartphone. Mentre il frame laterale è in metallo. il design è molto accattivante, serio ed elegante. Purtroppo è scivoloso, non tanto in mano, anche se necessita di attenzione, ma soprattutto se appoggiato ad alcune superfici.

Sony definisce questo Xperia 5 II come uno smartphone compatto. sicuramente non è piccolo quanto i vecchi Xperia Compact ma comunque non nemmeno enorme. Infatti il suo display da 6,1″ in 21:9 è più alto che largo. Questo si traduce infatti in una migliore usabilità. anche con una sola mano è fattibile. anche le dimensioni di 158 x 68 x 8 mm per 163 grammi sono di aiuto per chi è stufo dei padelloni.

Sul lato frontale troviamo il display da 6,1″ OLED Full HD+ con le cornici. Quella superiore ospita una capsula auricolare, un led di notifica RGB e i sensori di luminosità e prossimità. Sul frame destro c’è il bilanciere del volume e tre pulsanti fisici. Il primo è dedicato all’accensione/ spegnimento e blocco/sblocco, ma ospita anche un lettore di impronte digitali veloce e preciso. Gli altri due servono per attivare l’assistente Google e uno che se tenuto premuto attiva la fotocamera oppure scatta una fotografia.
Mentre il lato sinistro ospita il carrellino che può ospitare due Sim o una nano SIM e una micro SD Apprezzo molto la comoda funzione di estrazione senza spilletta di Sony
Sul frame superiore c’è il jack da 3,5 mm e un microfono. Mentre sotto il microfono e una USB C con supporto OTG e uscita video. Infine sul retro ci sono tre sensori fotografici da 12 MP ciascuno, uno principale f/1.7, una ultra-wide 124° f/2.2 e un teleobiettivo da 70 mm con f/2.4 e un flash LED.

Scheda tecnica

  • Display: 6,1″ OLED 21:9 HDR 120 HZ e touch sampling rate a 240Hz;
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 865 octa-core fino 2.84 Ghz e GPU Adreno 650;
  • Memoria RAM: 8 GB ;
  • Memoria interna: 128 GB UFS 3.0 ;
  • Fotocamere posteriori: 12 MP f/1.7, una ultra-wide 124° f/2.2 e un teleobiettivo da 70 mm con f/2.4;
  • Fotocamera anteriore. 8 MP f/2.0;
  • Connettività. WIFI 6, 5G SA/NSA NFC, GPS, Bluetooth 5.1, dual SIM, USB type C 3.1;
  • Altro: certificazione IP68;
  • Sistema operativo: Android 10 leggermente personalizzato;
  • Batteria. 4000 MAh con ricarica rapida.

Display

Troviamo un display da 6,1″ OLED in 21.9 con risoluzione Full HD+ e refresh rate da 120 HZ. Si tratta di un ottimo pannello che si vede bene. I colori sono fedeli con neri profondi. i può scegliere tra modalità normale e creazione per i piu esigenti di fedeltà cromatica. Si può effettuare il bilanciamento manuale del bianco. La luminosità è elevata anche se a volte il sensore è troppo risparmioso. Però al sole si vede bene. di default i 120 HZ sono disattivati ma si possono riattivare in un secondo momento. Gli angoli di visione sono buoni. Troviamo anche il touch sampling rate a 240Hz che migliora l’esperienza videoludica. il rapporto di forma 21:9 richiede un po’ di abituarsi i primi giorni ma si apprezza subito la maneggevolezza. Di contro non mi è piaciuto per la visione di film e video perché sono nel vecchio 16:9. Troviamo l’always on con le icone delle notifiche.

Connettività

Troviamo il supporto al 5G sia NSA che SA, il VOLTE e il dual SIM. La ricezione è buona in ogni condizione di utilizzo. L’audio in chiamata è buono e ci fa sentire bene dal nostro interlocutore. Stesso discorso per la capsula auricolare

Il WIFI 6 supporta le reti da 2,4 e 5 GHZ ed p molto veloce. Il Bluetooth 5.1 funziona bene. Il GPS ha un fix preciso e veloce. Presentte anche il chip NFC. A sorpresa troviamo il jack da 3,5 mm. la porta USB C supporta sia l’uscita video che la OTG.

Software

Sony continua a proporre una versione quasi stock del robottino verde con leggere me utili personalizzazioni. Infatti troviamo Android 10 con le patch di sicurezza del mese di dicembre 2020. La versione 11 è in arrivo a giorni. Il launcher è quello dei Pixel con il drawer delle applicazioni e la schermata Google a sinistra. La tendina delle notifiche e i quick toggle sono leggermente personalizzati. Nelle impostazioni troviamo i settaggi display, always on, qualche gesture per semplificare l’utilizzo e il benessere digitale. Al bordo destro del display troviamo una tacchetta che, se premuta due volte, apre un menù personalizzabile con alcune app e funzioni. Mentre se si spinge verso l’alta si utilizza la modalità due app, che grazie al rapporto di forma 21:9 da il suo meglio. Troviamo poi diverse applicazioni Sony come Musica, news, Photo Pro, Potenziatore gioco e Cinema Pro. Di contro mi è dispiaciuto trovare un po’ di bloatware preinstallato come Netflix e Tidal.

Prestazioni

A bordo di Xperia 5 II c’è un Qualcomm Snapdragon 865 octa-core con 8 GB di RAM e 128 TGB di memoria interna espandibile. Si tratta senza dubbio di uno smartphone fluidissimo senza alcun tipo di tentennamento. L’apertura della pp è fulminea e sono immediatamente godibili. Il comparto videogiochi è ottimo grazie ai 120 HZ e il touch sampling rate a 240Hz. LA Vibrazione si sente bene ma non mi ha convinto particolarmente perché flebile e fastidiosa. Mentre durante i contenuti dinamici troviamo quella dinamica, simpatica funzione ma poco utile

Fotocamera

Troviamo una tripla fotocamera composta da tre sensori da 12 MPx ciascuno. Il principale è un f/1.7 una ultra-wide 124° f/2.2 e un teleobiettivo da 70 mm con f/2.4 e un flash LED. Ii tasti fisici sono molto comodi grazie alla funzione di scatto e regolazione zoom.

App dedicate a foto e video

Sony ha scelto di inserire tre app dedicate al reparto imaging di Xperia 5 II. Vediamo le caratteristiche principali.

  • Fotocamera. Si tratta del classico applicativo dedicato ad un utilizzo generico di foto e video. Permette di utilizzare il sensore che si desidera con un semplice tocco. Appena si preme sul pulsante di scatto applica in automatico i giusti settaggi per scattare al meglio possibile. Infatti la modalità notturna è integrata. Ci sono poi la modalità rallentatore per i video, Google Lens per cercare gli oggetti immortalati, selfie ritratto per giocare con gli autoscatti che vanno tanto di moda sui social network, panorama e effetto creativo per applicare i filtri alle foto in tempo reale;
  • Photo Pro è invece l’app dedicata a professionisti e appassionati di fotografia. si può scegliere l’apertura tra 16,24 e 70 mm, gli ISO, la messa a fuoco e molto altro;
  • Video Pro è la controparte dedicata la mondo del video. Ci sono diversi filtri per ottenere degli effetti più particolari. Poi si può modificare i FPS, la velocità di scatto, gli ISO e la messa a fuoco manuale o automatica.

Gli scatti

Gli scatti in condizioni di buona luminosità sono ottimi con un buon dettaglio e colori fedeli. Le foto grandangolari mi sono piaciute e non presentano alcuna distorsione. Lo zoom 3x è quello utile per tutti i giorni e convince. Ho provato i selfie, sia con modalità ritratto che standard, e vengono bene. Mentre al buio sono convincenti con adeguato risultato ma non siamo al livello dei top camera-phone del mercato.

Video

I filmati arrivano fino al 4k a 30 fps e 1080P a 60 fps. In entrambi i casi troviamo una buona messa a fuoco e gestione delle luci e dello zoom. Troviamo la stabilizzazione ottica, che va bene in 4K ed è ottima in 1080P a 60 FPS. L’audio viene catturato bene.

Audio

Troviamo un audio stereo con un buon volume e una buona qualità. Troviamo il jack da 3,5 mm ma manca la radio FM

Autonomia

Autonomia

Troviamo una batteria da 4000 mAh che convince. Con un utilizzo medio-alto in 60 HZ si arriva sempre a sera, verso le 21 se si utilizza molto 5G , sennò anche verso le 23. Mentre sfruttando i 120 HZ, non di default alla prima accensione dello smartphone, Troviamo diverse modalità di ricarica che permettono di terminare l’erogazione di energia ad una determina percentuale per poi terminare poco prima del proprio risveglio e trovare lo smartphone al 100%.

Conclusioni

Sony Xperia 5 II, che si legge Mark 2, di listino costa 899 Euro ma si trova tra i 700 e gli 800. Uno smartphone che convince per la sua completezza. Mi ha convinto per la sua compattezza grazie al display in 21:9, le prestazioni, autonomia e la multimedialità. Sicuramente si differenzia dai competitor grazie alle funzionalità pro della fotocamera. Ringrazio Sony per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks