Honor View 20 recensione

Questo 2019 è inizato con il trend della riduzione o rimozione del famoso notch degli smartphone. Honor è stata la prima con il View 20. L’ho provato per voi e vi dirò tutto di lui nella sua recensione.

Confezione

Classica confezione di Huawei/Honor con cavo dati USB a type C, caricatore da parete, il pin per estrarre il carrellino delle doppie sim, manualetti di istruzioni e una cover trasparente in silicone. Mancano gli auricolari per scelta del produttore.

Materiali ed ergonomia

Frame in metallo e retro bombato in vetro con un piacevole effetto di luce a V. Sul fronte abbiamo il famoso foro della fotocamera, che ritengo la migliore soluzione al notch. Mi piace moltissimo come design. L’ergonomia va bene, seppur sia difficile da usare ad una sola mano. Tenendo poi conto, che può capitare qualche tocco involontario al display nella parte inferiore del display. Considerato l’aumento di prezzo rispetto il precedente anno, avrei gradito la presenza della certificazione IP68.

Componenti

Il lato frontale è praticamente pulito, se non fosse per il foro, la piccola capsula auricolare e il sensori di luminosità e prossimità nella cornicetta superiore. Mentre il led di notifica si trova in quella inferiore. Sul alto destro abbiamo il bilanciere del volume e il tasto accensione e blocco. Su quello sinsitro abbiamo il carrellino che può ospitare due nano Sim. Sul frame superiore abbiamo il jack da 3,5 mm, un microfono e l’infrarossi. Su quello inferiore type C, speaker di sistema e microfono

Scheda tecnica

  • Display: 6,4″ IPS full HD+ con foro
  • Processore: HiSilicon Kirin 980 octa-core
  • RAM: 6/8 GB
  • Memoria interna: 128/ 256 GB non espandibile
  • Fotocamere posteriore: 48 MPX f/1.8 + sensore TOF
  • Fotocamera frontale: 25 MPx f/2.0
  • Connettività: Wifi dual band, NFC, GPS, Bluetotoh 5.0, dual band, 4G+
  • Sistema Operativo: EMUI 9.0.1 basata su Android 9.0
  • Batteria: 4000 Mah

Display

Si tratta di un IPS 6,4″ Fullhd+. E’ un bel pannello luminoso con buoni angoli di visione. Come tutti quelli dotati di questa tecnologia,g i neri non sono perfetti, ma comunque i colori sono ben riprodotti. Apprezzo molto il foro perché permette di avere un device quasi privo di cornici, senza avere notch di alcun tipo. Si può anche nascondere il notch ma non ha molto senso. Apprezzo di più il posizionamento del foro a sinistra di Honor rispetto a Samsung su Galaxy S10

Connettività e parte telefonica.

Come tutti i Huawei Honor abbiamo una ottima ricezione in 4G+. Il wifi dual band è veloce e il Bluetotoh stabile. Il GPS ha un fix rapido e abbiamo pure il chip NFC. L’audio in chiamata ha un volume alto e si sente molto bene

Software

Troviamo a vordo la Magic UI 2.0 basata su Android 9.0 Pie e le patch di sicurezza di marzo 2019. In realtà si tratta della EMUI 9.0 con un altro nome. Quindi solito discorso, molte funzioni ma grafica deludente. Nel complesso non mi trovo male. Vi consiglio di scaricare qualche tema da XDA o Play Store per renderla più piacevole. Rimane il solito launcher con vari temi, le app sono carine, app protette, le gesture, risparmi energetici ed app gemelle.Come sui top di gamma Huawei abbiamo la possibilità di utilizzare una interfaccia desktop collegando lo smartphone, tramite un hub type C, ad un monitor.

Prestazioni

Abbiamo il Kirin 980 octa-core abbinato a 6 GB di Ram. Lo smartphone risulta sempre molto fluido e reattivo in ogni condizioni di utilizzo. Il multitasking viene ben gestito. Ottimo il reparto gaming, anche grazie alla possibilità di giocare a Fortnite a 60 FPS e abbiamo anche la Skin in omaggio. Si scrive bene con la tastiera Swipe. Qualche lag c’è, magari utilizzando le gesture ma nulla di grave.

Fotocamera

Classica applicazione fotocamera della Emui con effetti, intelligenza artificiale ed esatto effetto bokeh.Gli scatti sono rapidi. Mentre per quanto riguarda gli scatti, sia in diurna che in notturna, alcuni vengono molto bene e altri sono meno buoni. Dipende molto anche da chi scatta le foto ovviamente. Non è proprio uno smartphone da punta e scatta. I selfie vengono bene con anche l’effetto bokeh. I video arrivano in 4K e vengono molto bene, con una buona stabilizzazione.

Audio

Abbiamo un volume alto ma mono e si sente molto bene. Per fortuna il jack da 3,5 mm non è scomparso

Autonomia

Abbiamo un capiente batteria da 4000 mAh che garantisce uan ottima autonomia. Con il mio uso intenso sono riuscito a fare anche un giorno e poco più. Invece con giornate intensissime, si arriva lo stesso tranquillamente a sera. Mentre con uso più leggero due giorni si dovrebbero riuscire a fare. Abbiamo poi la ricraica rapida via USB type C. Peccato l’assenza della ricarica wireless visto che il prezzo di lancio non era bassissimo.

Prezzo

Di listino Honor View 20 costava ben 699 Euro per la versione 8/256 GB. La variante base 6/128 non è venduta in italia, seppur sia presente su Amazon. Il prezzo di listino era esagerato considerato che, la qualità è aumentata rispetto ai precedenti modelli, ma non di così tanto. Ci sono alcune mancanze di rilievo come l’impermeabilità e la ricarica wireless. Su Amazon si riesce comunque a portarselo a casa con una cifra intorno i 500-600 Euro

Acquista su Amazon. link

Conclusioni

Mi è piaciuto moltissimo! Molto bello il foro e per nulla invadente. Le prestazioni e il design sono ottimi. E anche l’autonomia. Ma non mancano i compromessi perchè, per la cifra di 700 Euro, mi sarei aspettato almeno impermeabilità e ricarica wireless. Grazie Honor per il sample.

Guarda la video recensione su Youtube

Share This Post
Change privacy settings
Enable Notifications    OK No thanks