Things Mobile recensione

La domotica e lo smart building sono realtà sempre più diffuse nelle vita di tutte noi. Tutte queste tecnologie richiedono una costante connessione a internet, ma la copertura del WiFi non é abbastanza per questi scopi. Ma Thing Mobile é il promo operatore globale che si occupa solo di schede SIM per prodotti Internet of Things (IoT). Vediamo di cosa si tratta

Cos’è ThingsMobile

ThingMobile é il primo operatore che mette a disposizione schede SIM interamente dedicate alla domotica. I piani dati sono diversi e molto personalizzabili. Alcuni sono a consumo, mentre altri sono in abbonamento come gli operatori tradizionali. Sono supportate tutti i tipi di schede SIM come mini, micro, nano e perfino e-sim. Things Mobile non ha una propria copertura, come gli operatori virtuali, ma ha stretto accordi con 350 operatori in ben 165 paesi.

Piani a consumo

ThingsMobile mette a disposizione dei piani a consumo, che prevedono il pagamento solo dopo il reale utilizzo, con scatti di 1 Kb, ad eccezione di alcuni paesi. La scheda SIM non prevede un costo iniziale se si effettua una prima ricarica di almeno 12 Euro. Sennò il costo è di 3 Euro. I costi di connessione dati sono diversi in base alla Zona del mondo. La zona 1, quella che include Italia e diversi Stati europei, ha un costo di 0,12 Euro per ogni MB. In caso di non utilizzo non ci sono costi. Mentre per un utilizzo di dati inferiore a 2 MB la tariffa base è incrementata di 0,12 euro con addebito minimo di 1 MB. Se la SIM non viene utilizzata per 12 mesi verrà applicato un costo di 5 Euro sul credito residuo. Il costo degli SMS è di 0,18 Euro nei paesi dell a prima zona, tranne Argentina e Brasile di 0,35 Euro e di 0,60 Euro per Emirati Arabi e India. Nei paesi Zona 2 è di 0,35 Euro, mentre zona 3 di 0,60 Euro.

Piani in abbonamento

Le schede SIM arrivano con il piano a consumo, ma tramite il portale IoT è possibile passare ad un piano in abbonamento. Tra i pacchetti mensili troviamo 10 MB a 1,10 Euro, 25 MB a 2,50 Euro, 50 MB a 4,50 Euro e 100 MB a 7,50 Euro. Poi ci sono i piani annuali che prevedono 1 GB a 60 Euro e 5 GB a 225 Euro Queste tariffe sono valide solo nella zona 1, nelle altre funziona solo il piano a consumo.Al termine dei GB inclusi nella propria offerta si passa ad un piano a consumo.

Portale IoT

Il portale IOT è una pagina, una per ogni utente, che permette di gestire le proprie schede SIM ThingsMobile. Si può cambiare il piano tariffario, controllare il proprio credito residuo, effettuare ricariche e bloccare le proprie schede. Si tratta di una pagina semplice e completa. Dal portale è anche possibile ricevere e inviare SMS.

Come funziona?

Si tratta di una scheda SIM che supporta il traffico dati e gli SMS in entrata e uscita. Non si possono effettuare telefonate, ma non è lo scopo di queste SIM. ThingsMobile permette di far funzionare tutti gli oggetti di Internet delle cose. Per esempio un tracker GPS di oggetti può inviare la sua posizione. In questo modo potrete controllare la vostra bicicletta o valigia in tempo reale tramite il vostro smartphone o PC. Stessa cosa per controllare una IP camera in remoto. Si può inserire la SIM anche su uno smartphone ma non avrebbe molto senso. La SIM supporta 2G, 3G,4G, CAT.1 E CAT-M1. Teniamo presente che per l’utilizzo per cui è pensata, anche una connessione 2G potrebbe essere adeguata. In futuro potrebbe anche arrivare il 5G. La localizzazione è possibile anche tramite la sola SIM grazie alla triangolazione GSM. Troviamo anche il supporto a VPN e reti fisse.

Configurazione

La configurazione è molto semplice. Basta inserire la scheda SIM nel proprio dispositivo IOT e configurare l’APN “TM”. Fatto ciò è subito possibile utilizzare la SIM.

Conclusioni

ThingsMobile mi ha convinto parecchio. La possibilità di avere una scheda SIM dedicata al mondo dell’ IOT è molto comoda. In questo modo si ha una scheda solo per quella, con le sue tariffe apoosite che sono convenienti con il piano a consumo. Bisogna ricordare che questi dispositivi non fanno un uso smodato di dati, quindi non spenderete un patrimonio. Poi mi è piaciuto l’accordo con diversi Paesi per poter utilizzare la SIM quasi ovunque, allo stesso prezzo. Gli operatori tradizionali hanno più vincoli e hanno roaming conveniente solo nei pesi della Comunità economica Europea. Ringrazio l’azienda per una scheda SIM omaggio.

Acquista una scheda SIM sul sito ufficiale. link

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks