Happy Plugs Air 1 – recensione

Avete mai sentito parlare di Happy Plugs? Si tratta un marchio di prodotti audio svedese non particolarmente noto nel nostro paese. In Italia questo brand viene distribuito da Athena, che mi ha offerto le loro Air 1 in omaggio per questa recensione. Vediamo cosa si tratta:

Confezione

La confezione appare come un contenitore in plastica ben curato. Al suo interno troviamo gli auricolari, il loro case di ricarica, alcuni manualetti di istruzione e un cavetto da USB a micro USB. Non ho apprezzato trovare troppa colla sul case, che mi ha comportato qualche fastidio a rimuoverla tutta. Infatti ho il case tutto graffiato! Spero comunque sia un difetto del mio sample

Materiali e componenti

Sia gli auricolari che il case sono in plastica ma con un buon assemblaggio. Troviamo la resistenza a umido e schizzi d’acqua. Ci sono varie colorazioni ma la mia nera mi sembra maggiormente elegante. Gli auricolari sono a bastoncino simile alla AirPods. Sul retro troviamo una zona touch che permette di mettere play o pausa, rispondere o rifiutare le telefonate e cambiare traccia audio. La conformazione degli auricolari appare la stessa delle Airpods quindi nessun gommino ma si appoggiano semplicemente nelle orecchie. Il case a cofanetto si presenta con con il coperchio con la incisione del produttore e del nome della colorazione. Sul lato esterno troviamo la porta micro USB di ricarica, purtroppo niente tipo C. Infine il LED indica se il case si sta caricando ma non la carica residua.

Sono auricolari comodi?

Non sono un amante degli auricolari non in ear, ma mi sono trovato comunque bene. Entrano comunque bene e sono comode anche dopo diverse ore di utilizzo. Mi cadono un po’ e spesso sistemandole, ho stoppato la musica per errore. Mi sono caduti per terra, anche se solo uno dei due, ma non si sono manifestate rotture.

Audio

il reparto audio convince parecchio. Il volume si rivela molto alto e si sente bene. I bassi sono abbastanza potenti. Per la sua forma senza gommini non abbiamo alcuna cancellazione del rumore, nemmeno passiva. Quindi impossibile ascoltare musica in ambienti molto rumorosi. Mentre in chiamata i microfoni catturano bene e i miei interlocutori mi hanno sempre sentito bene .

Comandi touch

Nel retro dei due bastoncini troviamo una area touch per comandare gli auricolari. L’azienda dichiara che sono supportati ben 14 funzioni tra cui play-pausa, cambio traccia, risposta o rifiuto di una telefonata e attivazione di Google Assistant o Siri. Dai miei test le zone touch sono troppo sensibili e molte volte quando ti servono non funzionano. Mentre quando sistemi gli auricolari prende molte volte il comando stop per errore.

Connessione

Il bluetooth in versione 5.0 e funziona bene. Alla prima rimozione dei bastoncini bisogna procedere all’abbinamento tramite le impostazioni dello smartphone. Basta estrarre gli auricolari per farli connettere all’ultimo dispositivo da noi utilizzato nei paraggi. La connessione si dimostra sempre rapida e stabile. Non ho riscontrato alcun problema con la sincronizzazione audio e video di film e video YouTube

Autonomia

L’autonomia mi ha convinto. Con una singola carica si ottengono un paio di ore. Sebbene sono riuscito a raggiungere tra le 14 e le 18 ore complessive facendo ricaricare gli auricolari nel case quando non utilizzati.

Conclusioni

Il prezzo dei modelli bianco e nero ammonta a 89,90 Euro sul sito ufficiale. Si sale a 94,90 per le colorazioni pregiate, salvo offerte speciali. In conclusione sono degli auricolari comodi e dalla buona autonomia. Se non sopportate gli in-ear sono sicuramente una valida alternativa alle poi costose Airpods 1 e 2. Ringrazio Athena per avermi fornito in omaggio questo prodotto.

Acquista sul sito ufficiale: link

Acquista su Amazon: link

Acquista su Ebay: link

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks