Realme 6 recensione

Realme 6 è uno dei nuovi smartphone di fascia media del brand minore di Oppo. Mi ha convinto parecchio, vi spiego il perché nella recensione.

Confezione

Il prodotto arriva in una scatola di cartone gialla, molto bella a mio parere. Al suo interno troviamo lo smartphone, una cover in silicone opaca, un pin per aprire il carrellino delle SIM e micro SD, un manualetto di istruzioni, un cavetto da USB a type C, un caricatore rapido da 30 Watt

Design e materiali

Il design mi piace grazie al display borderless con un piccolo foro e il retro in plastica con delle colorazioni che riflettono la luce. Una cosa che invece mi ha deluso e la scarsa oleofobicità di display e di back cover. Si tratta comunque di uno smartphone grande e difficile da utilizzare ad una sola mano. Le dimensioni sono di 162,1 x 74,8 x 8,9-9,6 mm e un peso di 191 grammi. Mentre il peso è nella media e non ho riscontrato problemi. Inoltre non è uno smartphone scivoloso e questo aiuta durante l’utilizzo.

Componenti

Frontalmente troviamo un ampio display da 6,5″ con cornici piuttosto ridotte. La fotocamera frontale da 16 megapixel è inserita in un piccolo foro situato in alto a sinistra sul display. Mentre la capsula auricolare è situata nella cornicetta superiore. Sul lato destro troviamo un ampio tasto di accensione che integra un lettore di impronte digitali. Davvero molto veloce e preciso, le volte che fallisce sono ben poche. Poi è anche una posizione molto naturale. Sul lato sinistro troviamo il carrellino per due schede nano SIM e una micro SD e bilanciere del volume. Mentre sul lato inferiore troviamo il jack da 3, 5 mm, un microfono, una USB C 2.0. Mentre sul retro troviamo quattro fotocamere con flash LED.

Scheda tecnica

  • Display: 6,5″ IPS FullHD+ 20.9 a 90 HZ;
  • Processore: Mediatek Helio G90t octa-core fino 2.05 Ghz;
  • RAM: 4 o 8 GB LPDDR4;
  • Memoria interna: 64 o 128 GB UFS 2.0 espandibile tramite micro SD;
  • Fotocamere posteriori: 64 MPx f/1.8 + 8Mpx ultra grandangolare 119° f/2.3 + 2 Mpx f/2.4 ritratto in bianco e nero + 2 Mpx macro f/2.4;
  • Fotocamera anteriore: 16 Mpx f/2.0 79.3°;
  • Connettività: WIFI Dual Band, NFC, 4G, GPS, Type C 2.0, lettore di impronte laterale, radio FM;
  • Sistema operativo: Realme UI con base Android 10;
  • Batteria: 4300 Mah con ricarica rapida.

Display

Troviamo un bel pannello IPS da 6,5″ con risoluzione FullHD+ in formato 20:9. Mi piace molto il foro perché poco invadente. La qualità è molto buona e mi ha convinto in tutti i campi di utilizzo. A partire dall’utilizzo dei social media, fino alla visione di video su Youtube. La luminosità è elevata, e anche sotto la luce solare rimane visibile. Il sensore di luce ambientale funziona correttamente I colori sono da buon IPS con una corretta fedeltà cromatica, seppur i neri non siano perfetti. Gli angoli di visione sono adeguati per vedere contenuti con lo schermo non perfettamente inclinato. Realme 6 integra un pannello con refresh rate a 90 Herz. Notevole la scelta del produttore cinese, considerato che solitamente si trova solo su smartphone di fascia alta. i 90 HZ migliorano l’esperienza di utilizzo garantendo una fluidità superiore. Non tutti percepiscono questa differenza, come il sottoscritto, ma riconosco che sia una piacevole novità. Purtroppo ho trovato carente il trattamento oleo-fobico, che rende il display facilmente sporchevole di ditate.

Parte telefonica

Realme 6 si comporta bene come telefono. Dalla capsula auricolare il volume è bello limpido, ho sempre sentito bene il mio interlocutore. Anche dall’altra parte mi hanno sempre sentito bene. La ricezione si è sempre rivelata affidabile, in tutte le condizioni di utilizzo. però purtroppo la connessione dati arriva fino al 4G, quindi niente 4G+. Infine il vivavoce ha un buon audio, e non ho riscontrato criticità.

Connettività

Il reparto connessioni di Realme 6 è piuttosto completo per la fascia di prezzo in cui si colloca. basti pensare alla presenza di NFC, USB type C e la radio FM. Mentre il WI-FI dual band prede bene. Il GPS ha un fix veloce. Il bluetooth 5.0 funziona correttamente

Software

Lo smartphone ha la nuova Realme Ui basata su Android 10, con le patch di sicurezza del 5 aprile 2020. Quindi Realme si conferma non puntualissima negli aggiornamenti. La Realme Ui continua a piacermi parecchio, grazie alla sua grafica minimal. Troviamo un launcher curato, con il drawer e la possibilità di applicare alcuni pacchetti icone preinstallati. Finalmente i toggle rapidi sono diventati accattivanti. Troviamo poi la possibilità di duplicare le app social e la modalità gioco. Rimane ancora qualche traduzione improvvisata, ma il passo in avanti c’è. Per maggiori informazioni, trovate il mio focus sulla Realme Ui .

Prestazioni

Troviamo un processore Mediatek Helio G90t, ma non spaventatevi perché è molto simile allo Snapdragon 720G del Realme 6 Pro. Io ho provato il modello da 8 GB di RAM, ma anche quello da 4 va benissimo. Le memorie sono UFS 2.1 cosa non da poco. Le prestazioni mi hanno convinto, con buone prestazioni in ogni ambito di utilizzo. Le applicazioni si aprono rapidamente, e una volta avviate sono tutte molto fluide. Anche durante il gaming si comporta piuttosto bene. La vibrazione è buona, nella media.

Fotocamera

Il comparto fotografico è composto da ben quattro sensori, un principale da 64 megapixel f/1,8, un 8 MPx 119° e due sensori da 2 megapixel ciascuno, uno per la modalità ritratto in bianco e nero e uno per le macro. Gli scatti sono rapidi e la messa a fuoco automatica funziona correttamente. L’app fotocamera è semplice e intuitiva. Troviamo la modalità ritratto e la 64 MPX che sfrutta tutti i megapixel. Gli scatti di giorni sono convincenti, con una buona nitidezza e un contrasto elevato. Mentre con poca luce, lo smartphone soffre di più, la qualità scende. Ho comunque apprezzato la modalità notturna, che cattura maggiore luce. La fotocamera ultra grandangolare non distorce. Mentre i video con buona luminosità vengono bene. A 1080p a 30 o 60 fps si ha una buona stabilizzazione elettronica. Caratteristica che si perde purtroppo con il 4K a 30 frame per secondo.

Audio

L’audio è nella media per questa fascia di prezzo. Troviamo un volume alto e un suono pulito. Non troviamo i bassi, ma va comunque bene. Troviamo anche la radio FM e il jack da 3, 5 mm

Autonomia

Realme 6 ha un batteria da 4300 mAh. Con un uso medio, misto WIFI e 4G, si arriva sempre a tarda serata con un 30% residuo e fino a 6 ore e mezza di schermo attivo. Con uso più leggero si può fare un giorno e mezzo. mentre con uso molto intenso, tutto 4G per esempio, si arriva lo stesso in tarda serata. In confezione troviamo un caricatore da 30 Watt.

Conclusioni

La variante 4/64 di Realme 6 sul sito ufficiale costa 229,90 Euro, si sale a 269,90 per la 4/128, e si arriva a 299,90 Euro per la variante top 8/128. però su Amazon è gia sceso di qualche decina di Euro, 212 per il taglio base 4/64 e 289 per quella top. Tenete anche in considerazione il Realme 6 Pro che costa 350 e ha un display poco più grande con doppio foro, processore Snapdragon 720, un teleobiettivo 2x al posto del sensore in bianco e nero. Realme 6 mi ha convinto parecchio, ha un bel display 90hz, una buona fotocamera, ottima autonomia ad un prezzo competitivo. Se avete un budget limitato Realme 6 va benissimo, magari il 4/128. Il Pro è migliore ma ve lo consiglio per lo più quando la differenza di prezzo tra di loro si assottiglierà. Ringrazio Realme per il sample.

Share This Post