Lenovo Legion Phone Duel recensione

Lenovo Legion Phone Duel è il primo smartphone da gaming del produttore di computer. Troviamo un design accattivante, prestazioni incredibili e una buona autonomia. Mentre il resto? Vi svelo tutto nella recensione completa

Confezione Lenovo Legion Phone Duel

Lo smartphone arriva in un cofanetto molto curato. Appena si apre si sente una musichetta da gaming. All’interno troviamo il device e un caricatore da parete da 65 Watt. Ci sono poi due cavi dati da USB a type C, una custodia in silicone, un adattatore da USB C a jack da 3, 5 mm e la manualettistica.

Materiali e design

Come ogni gaming phone che si rispetti troviamo un design aggressivo con un grande LED RGB situato sul retro. Si può personalizzare l’effetto di luce oppure utilizzare come indicatore di notifica. Non sono un amante dei device di questo tipo, ma ho trovato Legion Duet gradevole. Per quanto riguarda la qualità costruttiva è ottima, frame in metallo e retro in vetro e nessun scricchiolio. Le dimensioni sono di 169.17 x 78.48 x 9.9 mm con un peso di 239 grammi. Infatti si tratta di uno smartphone molto ingombrante e pesante, anche perché ancora in 19,5:9 rispetto al nuovo standard 20:9. Quindi praticamente impossibile da utilizzare ad una sola mano.

La parte frontale vede un ampio display AMOLED da 6,59″ senza interruzioni ma con una cornicetta ai bordi per il sensore di luminosità e di prossimità. Anche se troppo spessa visto che la fotocamera e pop-up. Ma è il compromesso per avere due speaker stereo frontali. Il lettore di impronte digitali è situato sotto il display ed è molto veloce e molto preciso.

Sul frame destro troviamo due controller ultrasonici sensibili al tocco per una esperienza gamig più simile possibile ad un vero gamepad. Tra di questi troviamo il tasto di accensione/spegnimento e blocco/sblocco. Mentre sul destro c’è il bilanciere del volume insieme ad una porta type c secondaria. Questa si rileva molto utile per non avere il cavo di intralcio utilizzando la porta principale durante il gaming. Inoltre si può velocizzare la ricarica utilizzando entrambi i connettori.

Il frame superiore vede un microfono. Mentre l’inferiore il carrellino per due schede SIM, un microfono e la porta USB di tipo C principale.

Infine sul retro al centro troviamo due fotocamere, una 64 Mpx e una ultra-wide da 16 insieme al LED a forma di logo della serie Lenovo Legion. Non manca il flash. Inoltre c’è la fotocamera frontale a pop-up da 20 MP che viene estratta dal frame laterale.

Scheda tecnica Lenovo Legion Phone Duel

  • Display: 6,59″ AMOLED 19,5:9 FullHD+ con refresh rate a 144 HZ;
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 865+ fino a 3,10 GHZ con GPU Adreno 650;
  • RAM: 12 o 16 GB LPPDR5;
  • Memoria interna: 256 o 512 GB UFS 3.1 non espandibile;
  • Fotocamere posteriori: 64 Mpx f/1,89 Samsung S5KGW1 + 16 MP ultra-wide f/2.2 120°;
  • Fotocamera anteriore: 20 MP a pop-up;
  • Connettività: WIFI 6, GPS,NFC, Bluetooth 5.0, due type C con OTG;
  • Sistema operativo: Android 10 con Zui e Legion OS
  • Batteria: 2 da 2550 per un totale di 5000 mAh con ricarica rapida 90 Watt.

Display

Troviamo un AMOLED da 6,59″ con risoluzione FullHD+ in rapporto di forma 19,5:9. Si tratta di un bel pannello con colori fedeli e non troppo accesi. I neri sono assoluti. La luminosità è buona così come la visibilità sotto alla luce solare. Gli angoli di visione sono corretti. Il resfresh rate può arrivare fino a 144 Hz. Questi di default si applicano solo in fase di gaming, anche se i giochi compatibili. Lenovo imposta invece i 90 Hz per tutto il resto, anche se si può forzare anche a 120 o 144.Manca la schermata Always on display per le presenza del led sul retro che funge da indicatore di notifica. Il trattamento oleofobico va bene. La velocità di campionamento è pari a 240 HZ.

Connettività

La ricezione è buona in ogni condizione di utilizzo. Troviamo il supporto al 5G, sia SA che NSA, e al dual SIM, che è ben gestito. Presente il supporto al VoLTE. L’audio in chiamata ha un buon volume, si sente bene e ci sentono altrettanto, sia da capsula che da altoparlante.

Il WIFI 6 ha una buona ricezione ed è veloce. Il GPS ha un fix preciso. NFC e Bluetooth 5.0 funziona bene. Entrambe le porta USB type C sono dotate di supporto OTG per collegare chiavette. Mentre solo quella laterale supporta l’uscita video, seppur non ci sia una desktop mode. Mentre manca il jack da 3,5 mm.

Software Lenovo Legion Phone Duel

Il software di questo Legion é il suo punto di debolezza perché seppur ricco di funzionalità non è privo di bug. L’interfaccia grafica si chiama Legion OS che non è altro che una Zui modificata. Purtroppo troviamo ancora Android 10 con le patch di sicurezza di novembre 2020. Insomma non recentissima visto che Android 12 é in arrivo entro fine anno per molti top di gamma della concorrenza. Lenovo permette di scegliere tra temi da gaming oppure uno più Android stock. Il Launcher é gradevole con il drawer e la schermata Google a sinistra. Ho trovato un bug per cui in impostazioni la pagina display é vuota. Troviamo diverse gesture per semplificare l’utilizzo. La modalità periferica permette di interagire con mouse e tastiera. Non manca il controllo genitori e il benessere digitale. Le notifiche a comparsa sono obbligatorie per tutte le app, tranne in modalità Legion Realm.

Legion Realm

Si tratta di una applicazione e una schermata dedicata al gaming. La prima si presenta come un raccoglitore di giochi e una serie di widget sulle prestazioni e diversi collegamenti alle impostazioni. Durante ogni sessione videoludica si potrà spingere la CPU e GPU al massimo e si sfruttano i 120 HZ se supportati dal titolo. Si possono bloccare le notifiche e registrare lo schermo. Troviamo la possibilità di trasmettere in diretta su Youtube un gameplay. C’è il collegamento a WhatsApp senza lasciare il gioco. Mentre sulle impostazioni si può regolare il framerate, le prestazioni, e impostare la registrazione del gameplay. Si può inoltre regolare il colore e l’effetto del LED in base alla ricezione di una chiamata, notifica oppure se lo smartphone è in carica. Wiki Legion è una guida semplificata e illustrativa a tutte le funzioni gaming. Si può registrare le partita. Quindi se il software è appena sufficiente, dal punto di vista videoludico recupera benissimo

Prestazioni

Dal punto di vista di velocità pura troviamo il meglio dello scorso anno. Infatti il Qualcomm Snapdragon 865+ è abbinato da 16 GB di RAM (nel mio modello, oppure 12, e da memorie di tipo UFS 3.1. Si tratta di uno smartphone sempre fluido e reattivo in ogni contesto di utilizzo. L’apertura di impostazioni e applicazioni è fulminea. La RAM così abbondante non vi farà ricaricare app di frequente. Il feed della vibrazione è molto forte e piacevole. Durante le sessioni di gaming aumenta ancora le prestazioni al massimo, anche grazie all’efficiente sistema di dissipazione .

Fotocamera

Il sensore principale è un Samsung GW1 da 64 MP f/1.89 abbinato ad un 16 MP ultra-wide f/2.2 120° che può anche di effettuare le macro. L’app si chiama videocamera anche se scatta anche fotografie. Non ha moltissime funzioni ma è comunque semplice da utilizzare. Troviamo Google Lens, la modalità pro, notte, panorama, macro e panorama. Gli scatti sono rapidi. Le fotografie con buona luce mi sono piaciute con nitidezza e fedeltà cromatica. Convincono anche le grandangolari. I selfie vanno bene. Mentre con scarsa luminosità cala la qualità ma si ottengono lo stesso scatti soddisfacenti. I video arrivano fino al 4k a 30 fps con una buona resa e una adeguata stabilizzazione seppur solo elettronica. Mentre in 1080p, sempre a 30 fps, sono ancora piu fermi e vanno altrettanto bene.

Audio

L’audio è stereo grazie ai due speaker frontali. Si sente molto bene con una buona qualità. Manca il jack da 3, 5mm. Presente invece la radio FM.

Autonomia

Troviamo due batterie da 2500 mAh per un totale di 5000 mAh che garantiscono una ottima autonomia. Con un utilizzo intenso si arriva in tarda serata con ancora un 16% di carica residua. Mentre stressandolo meno si ha ancora un 30-40% di carica residua, ma non abbastanza per superare la giornata. Le ore di schermo attivo si aggirano tra le 3 le 5. La ricarica rapida arriva fino a 90 Watt per il modello 16/512 GB e si possono utilizzare entrambe le porte type C per velocizzare la procedura. Mentre quello 12/256 si ferma a 65 Watt.

Conclusioni

Lenovo Legion Phone Duel è disponibile sul sito ufficiale Lenovo a 599,90 Euro per la versione 12/256 e 699,90 Euro per quella 16/512 GB delle cifre interessanti rispetti ai 899 di listino. Di solito trovo sempre una tipologia di utenti ideali per lo smartphone in questione. In questo caso è semplice: i gamer che hanno necessità di giocare in mobilità. Legion Phone Duel eccelle in display, prestazioni e autonomia, mentre software e fotocamera sono buoni. Ringrazio Lenovo per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks