Oppo Reno 6 Pro 5G recensione

Oppo Reno 6 Pro è il nuovo medio alto di gamma della casa cinese. I più attenti di voi avranno ottenuto una notevole somiglianza con Find X3 Neo. Ma vale comunque la pena? Ve ne parlo nella recensione completa

Confezione

Troviamo la classica confezione a cui ci ha abituati. Infatti lo smartphone è accompagnato da una cover in silicone e un caricatore SuperVooc da 65 Watt. Non manca poi un cavo dati da USB C a C, manualetti e il pin per estrarre il carrellino delle schede nano SIM

Materiali e design

Dal punto di vista del design la somiglianza con Find X3 Neo è notevole. Non per questo si tratta di un device brutto, anzi continua a convincermi con il suo retro in vetro, frame in alluminio e il display leggermente curvo con il foro in alto a sinistra per la fotocamera frontale da 32 megapixel. Oppo si conferma uno dei pochi produttori che propone device non troppo giganti. Infatti Reno 6 Pro con il suo display da 6,55 pollici è grande ma non troppo. Chiaramente l’utilizzo ad una mano non è agevole ma possibile. Non è troppo scivoloso è il peso di 188 grammi è abbastanza contenuto. Questo permette di stare bene in mano. La qualità costruttiva è ottima senza alcun scricchiolio.

Il lato frontale vede come protagonista un display AMOLED curvo ai lati da 6,55 pollici con il foro per la fotocamera frontale in alto a sinistra. Non manca il sensore di luminosità e di prossimità. Al di sotto del pannello è collocato un lettore di impronte digitali molto veloce e preciso.

Sul lato destro c’è il tasto di accensione e blocco. Mentre sull’altro c’è il bilanciere del volume.

Il frame superiore è libero. Mentre al di sotto c’è il carrellino per due schede nano SIM, una porta USB C 3.0 e uno speaker di sistema.

Infine sul retro troviamo quattro fotocamere di cui una Sony IMX766 da 50 Mpx f/1.8, una 16MP ultra grandangolare con f/2.2 con angolo di visione 123 gradi e un teleobiettivo da 13MP con f/2.4 e zoom ottico 2x e 5x ibrido e una macro da 2MP f/2.4 e flash LED.

Scheda tecnica Oppo Reno 6 Pro 5G

  • Display: 6,55″ AMOLED bordi curvi FullHD+ 20:9 refresh rate 90 hz e campionamento fino a 180 HZ;
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 870 Octa-core con GPU Adreno 650;
  • RAM: 12 GB LPDDR4x;
  • Memoria interna: 256 GB ufs 3.1;
  • Fotocamere posteriori: 50 MP Sony IMX 766 f/1.8 OIS + 16 MPx ultra-wide f/2.2 123° + 13 Mpx teleobiettivo f/2.4 zoom ottico 2x + 2 MPx macro f/2.4,
  • Fotocamera anteriore: 32 MPx f/2.4;
  • Connettività: WIFI 6 Dual Band, 5G SA/NSA; Bluetooth 5.2, NFC, GPS, USB type C 3.0 OTG;
  • Sistema operativo: Color OS 11.3 con Android 11;
  • Batteria: 4500 MAh con ricarica SuperVOOC da 65 Watt e inversa.

Display

Troviamo un pannello AMOLED con i bordi leggermente curvati da 6,55 pollici. La risoluzione è FullHD+ e il refresh rate arriva fino a 90 Hz. Si tratta di un buon display con una buona resa cromatica. La luminosità è elevata e l’automatismo funziona bene, anche sotto luce diretta solare che lo rende visibile. Gli angoli di visione sono buoni. Mentre il sensore di luminosità funziona sempre bene, anche sotto la luce del sole. Il trattamento oleofobico è buono. Troviamo la schermata always on che è molto personalizzabile. La frequenza di campionamento è invece di 180 hz.

Connettività e ricezione

La connettività vede il supporto alle reti 5G sia stand alone che non. Troviamo la possibilità di utilizzare due schede SIM e il Volte. La ricezione è buona in ogni condizione di utilizzo. Mentre in chiamata si comporta bene con un volume alto e buona qualità. Anche il vivavoce funziona bene.

La connet6tività è completa di NFC, Bluetooth 5.2 e WIFI 6. Il GPS ha un fix preciso. La USB C è di tipo 3.0 con supporto OTG ma non uscita video. Alcune volte il Bluetooth è lento a connettere i dispositivi.

Software

Il software è la Color Os 11.3 basata su Android 11 ed è la stessa interfaccia, che apprezzo molto, che abbiamo visto sui precedenti Oppo. Il launcher è molto personalizzabile con icon pack e animazioni. I toggle rapidi sono modificabili cosi come colori ed effetti dello sblocco con impronta digitale. Le impostazioni sono numerose tra cui modalità gioco, app doppie e la barra laterale con i collegamenti rapidi. Non mi è piaciuto però che le notifiche di molte app non appaiono sulla barra di stato, finché non si attiva una per una. Arriverà Android 12.

Prestazioni

Troviamo il soc Qualcomm Snapdragon 870 che è una rivisitazione del 865 visto su Find X3 Neo. Mentre sono rimasti i 12 GB di RAM e la memoria interna non espandibile 256 GB di tipo UFS 3.1. Il nuovo processore non cambia le carte in tavola ma rimane una ottima scelta. Infatti si tratta di uno smartphone sempre molto fluido e reattivo che non teme alcun tipo di operazione. Infatti l’apertura delle app è sempre fulminea.  Nel gaming se la cava molto bene. Non diventa mai caldo. La RAM viene ben gestita. Il feedback della vibrazione è preciso.

Fotocamera

Troviamo quattro fotocamera con la principale stabilizzata otticamente da 50 MP Sony IMX 766 f/1.8 con una 16 MPx ultra-wide f/2.2 123° e una 13 Mpx teleobiettivo f/2.4 zoom ottico 2x e 2 MPx macro f/2.4. L’app fotocamera è semplice intuitiva. Troviamo infatti la modalità notte, ritratto, macro, pro e video a doppia visione per ottenere l’inquadratura sia frontale che posteriore. Gli scatti sono rapidi.

Gli scatti con buona luminosità sono ottimi per contrasto e resa cromatica. Le grandangolari vengono molto bene. Il teleobiettivo con zoom 2x permette di ottenere scatti ricchi di dettaglio anche da lontano. Al calare della luce le foto rimangono lo stesso molto buone grazie alla modalità notte. I selfie vengono bene con anche la modalità ritratto.

I video arrivano fino alla risoluzione 4k a 60 fps con la fotocamera principale. Però si deve scendere a 1080p a 60 fps per utilizzare il sensore ultra grandangolare. La qualità è molto buona con una stabilizzazione elettronica convincente. Forse quest’ultima meglio a 1080p ma di poco. L’audio viene catturato bene.

Audio

Il volume è molto alto e la qualità è molto buona grazie al Dolby Atmos. Purtroppo manca la radio FM e il jack da 3, 5 mm.

Autonomia

La batteria da 4500 mAh convince a pieno. Infatti si arriva sempre a tarda serata con un 30% residuo. Anche in giornate più intensive si arriva comunque a fine giornata. le ore di schermo arrivano fino a quatt5ro.Troviamo la ricarica inversa tramite cavo. Purtroppo manca la ricarica wireless.

Conclusioni

Oppo Reno 6 Pro 5G di listino costa 799,99 Euro ma la Black Friday costava su Amazon 729 quindi senza dubbio un prodotto costoso. Si tratta di un ottimo prodotto ma viste le poche differenze con Find X3 Neo che costa tra i 500 e i 600 preferirei quello. Se poi ci fossero sconti sul nuovo modello prenderei invece in considerazione questo. Ringrazio Oppo per il sample.

Acquista su Amazon: link

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks