Pamu Z1 recensione

Pamu Z1 sono gli ultimi auricolari true wireless della casa cinese. Troviamo un case compatto con un inserto in plastica con scritto Pamu che si illumina e la cancellazione attiva del rumore. Ve ne parlo nella recensione completa

Confezione

Nella confezione di cartone troviamo gli auricolari nel loro case di ricarica, alcuni foglietti illustrativi, i gommini di ricambio, un cavo da USB a type C e un sacchetto di trasporto.

Materiali e design

Padmate ha per il momento abbonato i contenitori ingombranti dei precedenti modelli per uno case più piccolo e minimale. Mi è piaciuto per la compattezza. Ci sono anche diversi modelli con vari colori della striscia centrale. Io ho quella grigia ma c’è anche con striscia azzurra oppure tutta nera. Inoltre a lato c’è un pezzo di plastica con scritto Pamu che si retro-illumina mentre si astraggono gli auricolari o mentre in carica. Sul sito del produttore ci sono i pezzi di ricambio anche grigi e neri. In base alla tinta del case si avrà un colore diverso.

La custodia di ricarica è solida e ben costruita. La chiusura magnetica è affidabile. Non ci sono informazioni su eventuali resistenza agli schizzi d’acqua. Sul fondo del case troviamo un connettore USB C per la ricarica.

Mentre gli auricolari sono di tipo in-ear a bastoncino corto. Sono comodi ma tendono a cadere facilmente dagli orecchi. Troviamo i comandi touch per mettere la musica in play/pausa, attivare la cancellazione attiva o la modalità trasparenza, cambiare traccia e attivare l’assistente vocale.

Audio Pamu Z1

Troviamo un audio molto alto e si sente molto bene. Gli alti e medi sono presenti e ben bilanciati. I bassi ci sono e sono buoni. Durante le chiamate l’audio viene ben catturato. La sincronizzazione tra audio e video durante la visione di film è buona. Troviamo una cancellazione del rumore attiva (ANC) di tipo ibrida. Quindi il rumore viene attutito ma non mi ha stupito particolarmente. Mente quella passiva, ovvero solo tramite i gommini è abbastanza buona. Troviamo una unità dinamica da 10 m e un diaframma composito PEN+ Titanium e il metallo Precious Titanium. Non manca la modalità gioco a bassa latenza. Ci sono poi diversi tipi di equalizzazione musicale

Connettività

Il Bluetooth 5.2 funziona bene e ha una buona portata. La connessione con l’ultimo dispositivo connesso inizia quando si estrae almeno un auricolare dal case. Questa termina quando vengono riposti.

App

Si chiama Pamu, l’app disponibile su Play Store e App Store che permette di gestire Pamu Z1 e tutti gli altri modelli. SI può tenere sott’occhio la carica residua, applicare uno dei tipi di equalizzazione, se utilizzare la cancellazione o meno oppure rimappare i tasti touch. Infine si può aggiornare il firmware.

Autonomia

Con una singola ricarica si ottengono circa 4 ore e mezzo di utilizzo continuato. Riponendo però gli auricolari nel case si raggiungono tra le 18 e le 23 ore totali. La ricarica avviene tramite connettore type c o wireless QI.

Conclusioni

Pamu Z1 sono disponibili sul sito ufficiale tra i 70 e 130 Dollari nelle colorazioni nero, grigio, bianco e blu. Si può pagare con PayPal ma tenete a mente dei tempi di spedizioni e di possibili oneri doganali. Pamu Z1 mi hanno convinto per il, case, la qualità audio e l’autonomia. Ringrazio Padmate per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks