Wiko View 5 recensione

Wiko View 5 è uno dei modelli della nuova serie di prodotti del produttore franco-cinese. Tra le sue peculiarità troviamo prestazioni adeguate alla fascia di prezzo e una ottima autonomia.

Confezione

Nella classica confezione Wiko troviamo lo smartphone, foglietti illustrativi, il pin per estrarre il carrellino per le SIM, un caricatore da parete da 10 watt, un cavo da USB a type C e un paio di auricolari di tipo in-ear.

Materiali

Si tratta di uno smartphone in plastica ma solido e senza scricchiolii. Il design della back cover è sempre accattivante grazie agli effetti di luce. Il comparto fotografico invece non ha un aspetto particolarmente ispirato ma rimane piacevole. Mentre il lato frontale è più anonimo ma introduce il foro per la fotocamera frontale da 8 Mpx eliminando il più invasivo notch a goccia del Wiko View 4. Invece parlando di dimensioni è nella media del mercato, con un display IPS da 6,55″ seppur con cornici abbondanti, soprattutto quella inferiore. Purtroppo neppure si può definire compatto e quindi difficile da utilizzare con una sola mano.

Sopra al display troviamo una fessura per la capsula auricolare e i sensori di luminosità e prossimità, Sul frame destro sono collocati il bilanciere del volume, il tasto per attivare Google Assistant e uno per l’accensione/spegnimento e blocco/sblocco. Sul lato opposto c’è il carrellino per una nano SIM e una micro USB oppure due schede SIM. Peccato non trovare tre slot per espandere la memoria e utilizzare due schede SIM. Infine sul retro troviamo La quad camera DA 48MP + 8MP + 5MP + 2MP con flash LED. Al disotto troviamo invece un un lettore di impronte digitali che è preciso e abbastanza veloce. Non manca lo sblocco facciale 2D che è veloce ma poco sicuro. La cornice superiore ospita il jack da 3, 5 mm, mentre sotto un microfono, la porta USB C e uno speaker di sistema.

Scheda tecnica

  • Display: 6,55″ IPS HD+ 20:9 con foro a sinistra 267 ppi;
  • Processore: Mediatek 6762D Helio A25 octa-core fino a 1.8 Ghz con GPU PowerVR GE8320;
  • RAM: 3 GB;
  • Memoria interna: 64 GB eMMc espandibile ;
  • Connettività: WIFI dual band, GPS, Bluetooth 4.2, 4GB dual SIM, USB C con OTG, jack 3, 5 mm;
  • Fotocamere posteriori: 48 MP CMOS, 8 MP ultra-grandangolare, 5 MP macro e 2 MP effetto bokeh;
  • Fotocamera anteriore: 8 MPx;
  • Sistema operativo: Android 10 leggermente personalizzato;
  • Batteria: 5000 MAh.

Display

Troviamo un display da 6,55″ con risoluzione HD+ e 267 ppi. si tratta però di un buon pannello che si vede bene e non si vedono i pixel. La luminosità è alta e il sensore è preciso. si vede bene anche sotto la luce solare. i colori sono fedeli, anche se non con neri da Amoled. Il foro a sinistra mi piace perché poco invasivo.

Connettività

La ricezione è buona in ogni condizione di utilizzo. Troviamo il 4g che funziona bene. Presente il supporto al dual SIM. L’audio in chiamata ha un buon volume, sia dalla capsula che dal vivavoce.

Rispetto View 4 troviamo il WIFI dual band che funziona bene anche se un po’ più lento di altri smartphone della stessa fascia di prezzo. Manca il chiP NFC ma compensa con la porta USB con supporto OTG per collegare chiavette tramite adattatore. il BluetooTh 4.2 funziona bene e il GPS ha un fix preciso.

Software

Troviamo Android 10 con le patch di sicurezza del mese di novembre 2020. l’interfaccia riprende molto Android stock con qualche aggiunta. ll launcher Wiko ha il drawer delle applicazioni e la schermata con alcuni suggerimenti. Troviamo la modalità ad una sola mano, diverse gesture, la modalità semplice e il riconoscimento facciale.

Prestazioni

A bordo di Wiko View 5 troviamo un soc Mediatek Mediatek 6762D Helio A25 octa-core con 3 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Si tratta di un processore che punta al risparmio energetico ma comunque garantisce prestazioni in linea con la fascia di prezzo. Infatti l’apertura delle app non è velocissima, ma dopo qualche secondo di attesa si riescono ad utilizzare senza problemi. bisogna avere un po’ di pazienza ma non è uno di quei device troppo lenti. quando si chiede un po’ di più arranca ma non si tratta chiaramente di uno smartphone da gaming. La RAM è sufficiente per l’utilizzo per cui è pensato. La vibrazione ha un buon feedback.

Fotocamera

Troviamo ben quattro sensori. Un 48 megapixel, un 8 ultra-grandangolare, un 5 MP per le macro e una 2 MP per l’effetto bokeh. L’app fotocamera è semplice e completa con la modalità notte e quella panoramica. Non mi fa impazzire invece lo slider per lo zoom e la modalità ampia. Gli scatti sono abbastanza veloci per la fascia di prezzo. le foto con buona luce vengono bene con buoni dettagli e colori fedeli. anche le grandangolari vengono bene. Mentre con scarsa luminosità sono comunque sufficienti. i selfie sono buoni. i video arrivano fino ad un massimo di 1080p e troviamo una buona messa a fuoco. Purtroppo sono un po’ mossi a causa di poca stabilizzazione. L’audio registrato va bene.

Video 1080P da Wiko View 5

Audio

L’audio è mono ma si sente bene, sia per qualità che volume. Troviamo la radio FM e il jack da 3, 54 mm.

Autonomia

Wiko ha puntato molto sull’autonomia di View 5 e infatti non delude. Con utilizzo medio si possono coprire tranquillamente due giornate piene mettendo la modalità aereo di notte. Mentre utilizzandolo di più si copre una giornata e mezzo. Ma sono sicuro che la maggior parte degli utenti per cui è pensato View 5 riusciranno a raggiungere le tre giornate. Le ore di schermo acceso si aggirano tra le 5 e le 7. La ricarica avviene tramite connettore type C che è una piacevole sorpresa.

Conclusioni

Wiko View 5 costa tra i 139 e i 149 euro un prezzo onesto per quello che offre. Mi ha convinto per la sua fascia di prezzo grazie ad un display , prestazioni adeguati e una ottima autonomia. Ringrazio Wiko per il sample in prova.

Acquista su Ebay: link

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks