Celly Trainerwatch recensione

Ho avuto l’occasione di provare il nuovo sportwatch del noto produttore di accessori per smartphone. Si chiama Celly Trainerwatch e ha un design minimale, un software curato, ma andrà bene anche nella parte sportiva su cui punta moltissimo?

Confezione Celly Trainerwatch

Il prodotto arriva in ana classica confezione nera da orologio. Al suo interno c’è il prodotto, un cavetto di ricarica da USB a quattro PIN magnetici e un manualetto illustrativo.

Materiali e design

Il design è gradevole, semplice me ben riuscito. Si potrebbe dire che è ispirato ad altri smartwatch sul mercato, ma alla fine il form factor quadrato è apprezzato e ha i suoi vantaggi. Però avrei gradito un display più grande, che ricopra tutta la superficie, al posto della cornice inferiore. Tutta la scocca è in policarbonato mentre lo schermo è in vetro. Nonostante i materiali non siano pregiati, è ben costruito senza alcun problema. Il cinturino è in gomma morbido, con dimensione di circa 20 mm quindi sostituibile, sta bene al polso e regge più che adeguatamente il prodotto. Di contro è molto sporchevole. Grazie ai suoi 34 grammi è leggero e non fastidioso. Non manca la certificazione IP67 che garantisce la resistenza da polvere e a immersione in acqua fino a 30 minuti a 1 metro di profondità.

Il lato frontale vede un display LCD transflettivo con i bordi arrotondati da 1,69″ con una risoluzione non precisa. A destra della cassa troviamo invece il tasto di accensione e standby. Mentre sul retro c’è il cardiofrequenzimetro, il misuratore di ossigenazione del sangue e i PIN per la ricarica.

Scheda tecnica Celly Trainerwatch

  • Display: 1,69″ IPS transflettivo ;
  • Cinturino: 20 mm;
  • Peso: 34 grammi;
  • Connettività: Bluetooth;
  • Sensori: cardiofrequenzimetro, accelerometro, SP02;
  • Batteria: 200 mAh;
  • Sistema operativo: proprietario;
  • Altro: IP67.

Display

Troviamo un pannello IPS transflettivo da1,69 pollici. La luminosità è buona ma non automatica, e rende il display ben visibile al sole. Mentre i colori sono un po’ smorti ma almeno nelle watch faces rendono un po’ meglio. Manca l’always on display e la rotazione per attivare il display non è molto precisa.

Hardware

Non si tratta di un prodotto fluidissimo, ma comunque si riesce a navigare tranquillamente tra i menù con qualche rallentamento. Purtroppo manca il GPS e la band non riceve il segnale dal telefono, tranne se l’allenamento si fa partire dall’app. Il Bluetooth funziona abbastanza bene perché ho notato alcune disconnessioni dal telefono.

Fitness

Si possono monitorare 8 tipi di attività tra cui camminata, corsa e nuoto e bicicletta. Durante ogni sessione si può visualizzare la durata, i passi, kcal bruciate e battito cardiaco per secondo.

Ho trovato i passi sovrastimati di qualche migliaia. I km percorsi sono invece abbastanza corretti. Preciso invece il battito cardiaco. Bene anche l’ossigenazione del sangue è corretta. Mente il sonno include la distinzione tra leggero, pesante, risveglio, movimento grafici e diversi grafici. Però ho trovato dati discordanti di circa un’ora.

Software

Troviamo un software curato con abbastanza funzioni. Si può scegliere tra numerose watch faces. Con uno swipe dall’alto si vedono i toggle rapidi. Mentre da destra si possono visualizzare tutti i e sulla parte fitness. Poi da sinistra si accede all’elenco delle applicazioni, ma non se ne possono altre. Dal basso si visualizzano tutte le notifiche. Troviamo poi meteo, musica per comandare la musica dello smartphone, cronometro e allarme. Le impostazioni sono poche ma utili.

Notifiche

Troviamo una gestione della media. Sono supportate tutte le applicazioni, ma quelle incluse su “altri”è necessario riceverle tutte senza poterne deselezionare specifiche. Il testo viene ben visualizzato ma mancano le emoji e le immagini. Purtroppo non è possibile rispondere alle notifiche, e neppure cancellarle o segnarle come lette sullo smartphone.

App

Celly Trainerwatch può essere abbinato alla generica app “Da Fit” disponibile gratis su Google Play Store e su App Store. La prima schermata permette di visualizzare nel dettaglio i dati fitness con diversi consigli sulla propria salute. Quello centrale consente di gestire wath faces, notifiche, sveglie, scatto remoto e aggiornare il software. Poi non manca la programmazione del comando per attivare lo schermo e ogni quanto misurare il battito cardiaco. Infine l’ultimo tab riguarda il profilo e l’integrazione con Google Fit.

Autonomia

La batteria da 200 mAh abbinata a questo hard garantisce una buona autonomia. Infatti si raggiungono tra i 4 e i 6 giorni di utilizzo indossandolo anche di notte. Ho notato però che l’indicatore della carica residua è poco preciso, motivo per cui ho trovato lo smartwatch spento in una occasione perchè scarico. La ricarica avviene con un cavetto con pin magnetici.

Conclusioni

Celly Trainerwatch è disponibile sul sito ufficiale e in alcuni negozi fisici tra i 40 e i 60 Euro. Lo consiglio a chi avesse questo budget e gli servisse uno smartwatch carino con una parte fitness generica ma completa.

Share This Post
Change privacy settings
Enable Notifications    OK No thanks