Realme GT Neo 3 150W recensione

Realme Gt Neo 3 è uno dei nuovi flagship della casa cinese che colloca un po’ sotto la serie GT 2. Ci sono due modelli, uno con batteria minore ma ricarica UltraDart da 150 watt e una con maggiore amperaggio ma che si ferma alla SuperDart da 80 watt. Nella recensione di oggi vi parlo della variante Realme GT Neo 3 da 150W

Confezione Realme GT Neo 3 150W

La confezione ha un aspetto aggressivo da gamig come vuole la serie GT. All’interno troviamo lo smartphone, una cover fumèe, foglietti illustrativi, un caricabatterie UltraDart da 150 watt e un cavo dati da entrambe le estremità USB C.

Materiali e design

Si tratta di uno smartphone costruito con la back cover in vetro satinato accattivanti che ricordano alcune auto da corsa. Io ho provato la classica color asfalto che è gradevole ma che tende a graffiarsi facilmente. Con il suo display da 6, 7 pollici è un device grande e difficile da utilizzare ad una sola mano, oltre che leggermente scivoloso. Compensa però con uno spessore di soli 18.8 mm e un peso di 188 grammi.

Troviamo un ampio display AMOLED da 6,7 pollici con un foro centrale per la fotocamera frontale da 16 megapixel. Al di sopra troviamo la capsula auricolare e i sensori di luminosità e di prossimità. Il lettore di impronte digitali è integrato al pannello, ed è molto veloce e preciso.

Il frame destro ospita il tasto di accensione e blocco. A sinistra invece c’è il bilanciere del volume.

Al di sopra troviamo altoparlante e microfono. Sotto invece il carrellino per due nano SIM, un connettore USB Type C con supporto OTG e lo speaker di sistema.

Sul retro c’è la tripla fotocamera composta da un Sony IMX766 stabilizzato otticamente da 50 Mpx f/1.8, una ultra-grandangolare da 8 megapixel f/2.2 e una 2 Mp f/2.5 per la macro e un flash LED.

Scheda tecnica Realme GT Neo 3 150W

  • Display: AMOLED 6,7″ FHD+, refresh rate fino 120Hz con chip dedicato, 20:9 HDR10+,
  • Processore: MediaTek Dimensity 8100 octa-core fino 2,85 Ghz con GPU Arm Mali G610 ;
  • RAM: 12 GB;
  • Memoria interna: 256 GB di memoria UFS 3.1;
  • Fotocamere posteriori: 50 MP Sony IMX766 OIS f/1.88 + 8 Mpx ultrawide f/2.25 119° + 2 MP macro f/2.4;
  • Fotocamera anteriore: 16 mpx f/2.5;
  • Connettività: WIFI 6 dual band, GPS, 5G SA/NSA, dual SIM, VoLTE, Bluetooth 5.3, NFC, USB type C 2.0 con OTG;
  • Sistema Operativo: Android 12 Realme UI 3.0
  • Batteria modello ricarica UltraDart: 150 Watt: 4500 mAh
  • Batteria modello ricarica SuperDart 80 Watt: 5000 mAh.

Display

Troviamo un pannello a 6,7 pollici di tipo AMOLED con risoluzione FullHD+ e rapporto di forma 20:9. Un display molto bello con colori fedeli e ottimizzare i consumi. Presente anche la modalità always-on che, oltre a essere molto personalizzabile, si può impostare anche come sempre visibile. Non maca la certificazione HDR10+

Connettività

Troviamo il supporto alle reti di quinta generazione, sia 5G SA che NSA. La ricezione è sempre molto buona, anche nelle gallerie della metropolitana milanese. Non manca il supporto al VoLTE e al dual SIM. L’audio in chiamata è forte e chiaro sia da vivavoce che da altoparlante.


Troviamo il WIFi 6 che funziona bene così come GPS ed NFC. Non manca il Bluetooth 5.0 e la porta USB C con supporto OTG.

Software

Troviamo la Realme UI 3.0 basata su Android 12 con le patch di sicurezza del mese di marzo 2022. Mi piace molto come interfaccia per la cura grafica e le numerose personalizzazioni e funzioni. Il launcher è fatto bene con app drawe e la possibilità di modificare colori, icone e molto altro dell’interfaccia. Ci sono le doppie doppie, modalità ad una sola mano, le gesture, barra laterale e spazio bambini.

Prestazioni

Troviamo il system on a chip MediaTek Dimensity 8100 composto da 4 core ARM Cortex-A78 fino 2,85 GHz più 4  Cortex-A55 fino a 2 GHz con processo produttivo 5nm GPU Mali-G610 MC6. Non manca il coprocessore per il reparto multimediale Imagiq 780 Come gli ultimi modelli del chip maker cinese, anche questo si è dimostrato all’altezza dei concorrenti americani, se non superiori a Snapdragon 888 che troviamo a bordo di GT Neo 3T. Lo smartphone è sempre fluidissimo in ogni condizione di utilizzo, senza alcun segno di esitazione. Troviamo un sistema di dissipazione chiamato Stainless Steel Vapor Cooling che permette al dispositivo di non diventare mai troppo caldo, ad eccezione della ricarica o di operazioni molto pesanti come benchmark.

La modalità GT 3.0 è pensata proprio per i videogiochi impostando il refresh rate del display fisso a 120 Hz e spingere al massimo il processore. Infatti nelle sessioni videoludiche si comporta da top di gamma a tutti gli effetti. Io ho provato la l’unica variante da 12 GB di RAM che permette di tenere molte app in background. I taglio di memoria disponibile è 256 GB e sono di tipo UFS 3.1. Il feed della vibrazione è buono.

Fotocamera

Il comparto fotografico vede tre sensori con flash LED:

  • 50 megapixel Sony imx f/1.8 con stabilizzatore ottica dell’immagine ( OIS);
  • 8 megapixel ultra-grandangolare f/.2.2;
  • 2 megapixel f/2.4 dedicato alle macro.

L’app fotocamera della Realme UI 3.0 è semplice ma completa. Troviamo la modalità pro, notte e slow motion e time lapse. Gli scatti sono rapidi.

Le fotografie con molta luce sono ottime, nitide e con colori fedeli. Anche la grandangolare scatta bene ma non ai livelli di uno smartphone premium. Mentre di notte la qualità rimane buona, riuscendo a catturare molta luce grazie alla modalità notte. I selfie dal sensore da 16 megapixel sono convincenti.

I video arrivano alla risoluzione massima di 4K a 60 FPS. La resa è molto buona, con una messa a fuoco e uno zoom rapidi. La stabilizzazione ottica funziona bene. L’audio catturato va bene. Purtroppo non si può passare al sensore grandangolare durante la registrazione.

Audio

L’audio è stereo e si sente molto bene con qualche accenno di bassi. Manca sia la radio FM che il jack da 3.5 mm

Autonomia

Le due batterie per un totale di 4500 mAh sono nel complesso convincenti. Infatti con un utilizzo medio intenso si arriva verso tarda serata con un 20% di carica residua. Mentre in giornate molto intense bisogna mettere lo smartphone in carica verso le 16. Questa situazione mi è successa una sola volta, quindi potrebbe essere stato un battery drain. Infatti sono sempre arrivato verso le 22, con anche quasi 7 ore di schermo attivo

Ho trovato ottima la ricarica rapida UltraDart da 150 Watt. L’azienda dichiara un 50% in 5 Min e soli 15 Min per una ricarica completa. Dal miei test il primo dato si è rivelato veritiero: 5/6 Min, mentre per il secondo il passaggio 1-100% ha impiegato 18/19 Min ovvero poco più. Avrei preferito una maggiore capacità in questo modello rispetto a una ricarica così rapida. Se avete maggiori necessità vi consiglio GT Neo 3 80W che offre una 5000 mAh abbinata alla Super Dart da 80 Watt che comunque non sono pochi. Realme è consapevole che una ricarica cosi rapida nel lungo periodo può danneggiare la salute della batteria. Infatti offre due interessanti opzioni in tal senso: la possibilità di attivare la ricarica rapida solo all’occorrenza tramite toggle nelle impostazioni, oppure la ricarica notturna ottimizzata che la rallenta durante le ore di sonno, si fermal 80% per poi terminare poco prima del nostro risveglio.

Conclusioni

Realme GT Neo 3 150W è disponibile su Amazon in promozione dal 15 al 22 giugno al prezzo di 649, 99 Euro nella variante 12/256. Mentre al termine del periodo passerà a 699. Se invece siete interessati al Neo 3 80W 8/256 Gb con una 5000 mAh di listino sarà disponibile a 599,99 Euro mentre nello stesso periodo del modello di punta costerà 549,99 Euro.

Mi ha convinto per prestazioni, fotocamera e per la nuova ricarica UltraDart. se invece vi serve una batterai da 5000 mah puntata sul modello 80W che offre una batteria da 500 mAh invece con però una ricarica meno veloce da 80 Watt.

Share This Post
Change privacy settings
Enable Notifications    OK No thanks