Crosscall Core T4 recensione

Crosscall Core T4 è il primo tablet rugged del produttore francese. Rimangono le buone caratteristiche e l’affidabilità ma cresce la diagonale del display. Ve ne parlo nella recensione di oggi

Confezione

Proprio come negli smartphone troviamo una dotazione molto completa. Infatti il tablet è accompagnato da un cavo USB a type C piatto, un paio di auricolari in-ear (tutti resistenti) , un caricatore USB, un gancetto x blocker, adesivi e un libretto illustrativo.

Hardware

Come da tradizione Crosscall, si tratta di un prodotto ben costruito in solida plastica. Troviamo la certificazione IP68 che garantisce la resistenza da polvere e da acqua fino a 2 metri di immersione per 30 minuti grazie a tutte le porte protette da una copertura in plastica. Non manca la tenuta a cadute fino a 1 metro e mezzo. L’azienda ha poi ottenuto il superamento a 13 test militari MIL-STD-810. Il tablet può essere anche utilizzato nella fascia di temperatura da -25°C a +50°C.

Il display è un IPS da 8″ con protezione in vetro Gorilla Glass 3. Sopra di esso troviamo la fotocamera frontale da 5 megapixel. Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume, il tasto di accensione e blocco e uno rosso personalizzabile. mentre su quello sinistro troviamo il carrellino per due nano SIM e una scheda SD. Sulla cornice superiore troviamo il jack da 3,5 mm coperto da un tappino. Mentre al di sotto la porta type con coperchio e due ingressi per laccetti. Infine sul retro la fotocamera posteriore da 13 Mpx con flash LED e il connettore x-blocker per vari accessori.

Purtroppo come sistemi di sblocco si trona indietro di qualche anno ai tempi del pin, password o sequenza. Infatti manca sia il lettore di impronte digitali che lo sblocco facciale.

Scheda tecnica

  • Display: 8″ IPS HD 1280×800 in 16.10;
  • Processore: Qualcomm SnapDragon 450 octa-core con GPU Adreno 506;
  • RAM: 3 GB;
  • Memoria interna: 32 GB espandibile tramite micro SD;
  • Fotocamera posteriore: 13 MP con flash e autofocus;
  • Fotocamera anteriore: 5 MP;
  • Connettività: 4G+, Bluetooth 4.2, GPS con bussola, NFC jack 3, 5mm, USB C,
  • Sistema operativo. Android 9.0 Pie;
  • Batteria: 7000 mAh;
  • Altro: IP68, MIL-STD-810, connettore x-blocker.

Display

Il display è un 8″ IPS in 16:10 con risoluzione HD quindi. La luminosità é buona e il touch é reattivo. I colori sono buoni da IPS. Mi piace il rapporto di forma 16:10 perché permette di utilizzare tutte le app in portrait. Questo è un bene perché sono anni che segnalo che molto app Android non sono ottimizzate per l’utilizzo in landscape.

Connettività

Questo tablet integra la stessa parte telefonica di uno smartphone con tanto di supporto al 4G+ e al dual SIM. Ovviamente però non troviamo la capsula auricolare e quindi per le telefonate bisogna usare il vivavoce, che ha un buon volume, oppure auricolari cablati o non. Buoni i microfoni, così come la ricezione.

Il Bluetooth 5.0 funziona correttamente, così come il WiFi a doppia banda. Il GPS ha un fix preciso e troviamo anche la bussola.il connettore type C consente anche di collegare varie periferiche, eventualmente con adattatore.

Sistema operativo

Troviamo una versione quasi stock di Android 10 con le patch di sicurezza del mese di settembre 2020. Il launcher é il classico con il app drawer e i widget. Troviamo poi tutte le versioni Google come calendario, tastiera, calcolatrice. Crosscall aggiunge solo una fotocamera, la radio FM, taccuino, registratore vocale e una galleria. Non manca poi X-4 Sensors per rilevare i parametri di bussola, accelerometro, GPS, luminosità, Bluetooth, reti e batteria. X-SOS permette di far partire una chiamata ad un numero di emergenza, scelto da noi, semplicecmente premendo un tasto. Purtroppo rimane il problema delle app che non sono ottimizzate per gli schermi grandi, e spesso sono quelle per smartphone ingrandite.

Prestazioni

Troviamo un Qualcomm Snapdragon 450 con 3 Gb di Ram, un processore di fascia bassa ma che garantisce prestazioni adeguate. L’apertura delle app non è velocissima ma una volta fatto ciò sono sempre fluide. Il feedback della vibrazione è buono. Chiaramente quando si chiede qualcosa in più per qualche task più impegnativo si iniziano a notare varie incertezze.

Fotocamera

Troviamo un singolo sensore da 13 Megapixel con autofocus e un ampio flash LED che funge da torcia. Gli scatti sono abbastanza veloci. Con buona luminosità gli scatti sono sufficienti, mentre quando cala la luce diventa difficile salvare qualche scatto. I selfie sono sufficienti. Mentre i video arrivano in 1080p, sono abbastanza buoni ma manca la stabilizzazione digitale. L’app X-Story permette di eseguire semplici montaggi video con le foto e i video catturati dal dispositivo stesso.

Autonomia

la capiente batteria da 7000 mah garantisce una ottima autonomia. Infatti con un utilizzo medio di un paio di ore al giorno, sono riuscito a coprire una settimana. Con un utilizzo in 4g penso si possa coprire lo stesso un paio di giorni. Troviamo la porta typeC per la ricarica.

Conclusioni

Crosscall Core T4 è disponibile a 499 Euro sullo store ufficiale ma anche su Amazon. Convince per la resistenza a cadute e acqua e l’autonomia. Mentre le prestazioni sono adeguate per chi cerca questo genere di prodotto, che è raro da trovare nel mercato, almeno tra i tablet validi e affidabili come questo. Ringrazio Crosscall per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks