Crosscall Core X4 recensione

Crosscall Core X4 è uno dei medi di gamma del produttore francese. Non troviamo caratteristiche di rilievo ma è un rugged molto valido. Ve ne parlo in questa recensione

Confezione

Le confezioni di Crosscall sono sempre originali con una dotazione completa. Troviamo infatti un cavo da USB a type C piatto, un caricatore da parete, un paio dì auricolari in-ear con jack e certificazione Ip-67, un laccetto resistente a strappi fino a 25 Newton, un X-blocker ovvero un sistema di fissaggio fino a 20 kg, una spilla per estrarre il carrellino delle SIM e un manualetto illustrativo.

Design e materiali

Si tratta di uno smartphone rugged quindi non possiamo pretendere un design particolarmente ricercato. Però é comunque particolare con alcuni elementi che riprendono il logo del produttore, tipo la capsula auricolare e il flash. La costruzione é ottima, con plastica di buona qualità. Questo garantisce la resistenza da acqua e polvere con certificazione IP68. Inoltre lo smartphone resiste a cadute e graffi da 2m sui 6 lati. Questo è certificato da test militari specifici MIL STD 810G e anche 100 test di Crosscall. Inoltre troviamo la resistenza tra -25 e i +50 gradi.

Le dimensioni di 161 x 78 mm sono generose soprattutto lo spessore e non so può paragonare con uno smartphone bezel-less. Però rimane abbastanza utilizzabile con una sola mano. Invece il peso di 234 grammi si sente parecchio.
La parte frontale é composta da un display IPS in 18:9 da 5,45″. Crosscall per garantire la resistenza ha dovuto mantenere ampie cornici. Questo spazio però non è sprecato perché contiene la fotocamera frontale, i sensori di luminosità e prossimità e la capsula auricolare. Sul frame destro troviamo il bilanciere del volume e un tasto rosso personalizzabile tra diverse funzioni, sia con tocco singolo che doppio. Tra di essi troviamo un tasto di accensione blocco che integra un lettore di impronte digitali molto veloce e preciso. Sul lago destro troviamo invece il bilanciere per due Nano SIM più una scenda micro SD e un tasto personalizzabile. Sul frame superiore troviamo il jack da 3,5 mm coperto da un tappo in plastica. Mentre sotto c’è in foro per il laccetto e una porta USB sempre coperta. Infine sul retro é presente una singola fotocamera da 48 Mpx con ampio flash Led e un gancio per una vasta scelta di accessori.

Scheda tecnica

  • Display: 5,45″ IPS HD+ 18:9;
  • Processore Qualcomm Snapdragon 450 octa-core fino a 1.8 GHz con GPU Adreno 506,
  • RAM: 3 GB;
  • Memoria interna: 32 GB espandibile tramite micro SD;
  • Fotocamera posteriore: 48 Mpx Fusion4 con Flash LED;
  • Fotocamera frontale: 8 Mpx;
  • Connettività: WiFi mono band, NfC, GPS, dual SIM, Bluetooth 4.2, USB C 2.0 con OTG, 4G+, VoLTE:;
  • Sistema operativo: Android 9.0 Pie;
  • Batteria: 3800 mAh con ricarica rapida.

Display

Il display è un 5,45″ IPS ma solo HD+ con rapporto di forma 18:9. La risoluzione é inferiore alla media, ma nell’utilizzo quotidiano si tratta di un bel pannello. Infatti i colori sono buoni, seppur con neri non profondi. La luminosità é alta e gli angoli di visione sono corretti. Crosscall ha utilizzato un vetro Gorilla Glass per proteggere il display.

Ricezione e connettività


Troviamo il supporto al 4G+ e al dual SIM. La ricezione é molto buona in ogni condizione di utilizzo. L’audio in chiamata é alto e si sente bene.
Il bluetooth 5.0 funziona bene. Troviamo il chip NFC e un GPS con un fix preciso. Il WIFI purtroppo é solo mono band quindi non velocissimo.

Software


Crosscall segue la sua classica di utilizzare un Android stock con poche personalizzazioni. Di recente è arrivato l’aggiornamento ad Android 10, ma non ci sono sono informazioni sulla versione 11. Le patch di sicurezza sono a settembre 2020, quindi abbastanza recenti. Come Launcher troviamo il classico di Android Aosp senza alcuna modifica. I toggle e le notifiche sono rimaste invariate. Crosscall aggiunge una app fotocamera, una per gli aggiornamenti, un file manager, tutte le app Google, la radio FM, un taccuino e una galleria. Si possono programmare i pulsanti specifici.

Troviamo l’app X4 Sensor che permette di testare e avere diverse informazioni riguardanti alcune funzioni come bussola, accelerometro, GPS, prossimità, luminosità, rete e batteria

Prestazioni

Il processore è un Qualcomm Snapdragon 450 octa-core con 3 GB di RAM. Non si tratta di uno smartphone di grandi prestazioni, infatti le app sono lente ad aprirsi. Ma una volta caricate sono comunque tutte godibili. Nel gaming si hanno maggiori criticità dovute al professore e la scheda grafica. La vibrazione é nella media.

Fotocamera

Troviamo un unico sensore posteriore da 48 Mpx ma il produttore non dichiara alcun dettaglio sull’apertura focale. Però troviamo la tecnologia Fusion 4 che permette di unire i pixel per formarne di più grandi quando si scatta in condizioni di bassa luminosità. L’app é semplice ma ben funzionante. Crosscall aggiunge alcune funzioni caratteristiche. Per esempio troviamo il blocco del display quando si utilizza sott’acqua (si usano i tasti fisici per scattare) o i filtri colorati e la modalità HDR. La velocità di scatto è buona. Le foto con molta luce vengono bene. Mentre la situazione al buio peggiora con il rumore video che fa da padrone. Però comunque sono foto sufficienti. Mentre i selfie sono nella media. I video arrivano fino al 1080 a 30 fps con una buona qualità e una adeguata stabilizzazione.

Audio

Troviamo un volume alto e una buona qualità. Troviamo il jack da 3,5 mm e la radio FM.

Autonomia

La capiente batteria da 3800 mAh garantisce una buona autonomia. Infatti con un utilizzo medio si arriva sempre a sera verso le 22 o 23 con un 25% residuo. Le ore di schermo vanno tra le le 6 e le 7.0. Non sono riuscito a coprire due giorni, ma con uso più leggero si potrebbe riuscire. Troviamo la ricarica rapida ma non quella wireless

Conclusioni

Crosscall Core X4 di listino costa 479,90 Euro, ma si trova su Amazon intorno ai 450 Euro. Il prezzo è elevato ma si tratta di uno smartphone dalla ottima qualità costruttiva e più affidabile rispetto ai rugged low cost. Chiaramente è un device non per tutti, nella stessa fascia di prezzo si trovano caratteristiche superiori ma non le caratteristiche specifiche di utilizzo outdoor. Mentre se avete necessità di uno smartphone pensato per essere maltrattato e utilizzato in condizioni estreme, è sicuramente una valida scelta. Ringrazio Crosscall per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks