Huawei Nova 8i recensione

Huawei Nova 8i è il nuovo base gamma di casa Huawei. Troviamo un display IPS Full HD+ da 6,67 pollici, un processore Snapdragon 662 e una batteria da 4300 mAh ma continuano a mancare i Google Play Store. Ve ne parlo nella recensione di oggi:

Confezione Huawei Nova 8i

Nella confezione di cartone troviamo lo smartphone, una custodia trasparente in silicone diversi foglietti e manuali su istruzioni e su HMS. Non manca un caricatore da 66 Watt, un cavo da USB a type c, il pin per il carrellino e un paio di auricolari non in-ear.

Materiali e design

Nova 8i è il classico smartphone in plastica ma di buona qualità. Infatti si è sempre rilevato solido e ben costruito. Le dimensiono sono generose però in compenso è solo 8,58 mm di spessore e 190 grammi di peso. Quindi difficile l’uso con un asola mano ma almeno non scivoloso.

Il design è gradevole con un fronte con cornici consistenti ma con display IPS FullHD+ da 6,67 pollici con doppio foro in alto a sinistra. Non capisco quest’ultima scelta perché la fotocamera frontale da 16 Mpx è singola. Sopra di essi troviamo la capsula auricolare e i sensori di luminosità e prossimità.

Sul frame destro troviamo il bilanciere del volume e un tasto di accensione e blocco che integra anche un lettore di impronte digitali che è molto veloce e preciso. Mentre il lato opposto è liscio.

Poi sul frame superiore ci sono il jack da 3,5 mm e un microfono. Al di sotto c’è il carrellino per le due schede nano SIM, la porta type c e uno speaker di sistema.

Infine sul retro c’è un modulo circolare contenente quattro fotocamere, una 64 Mpx f/1.9, una 8 ultra-wide f/2.4 e due 2 Mpx ciascuna f/2.4 rispettivamente per effetto bokeh e macro e un flash LED.

Scheda tecnica Huawei Nova 8i

  • Display: 6,67″ IPS FullHD+ 20:9, frequenza di campionamento 180 Hz con doppio foro;
  • Processore. Qualcomm Snapdragon 662 octa-core (4 x Cortex A73 a 2,0 GHz + 4 x Cortex A53 a 1,8 GHz) con GPU Adreno 610;
  • RAM: 6 GB;
  • Memoria interna: 128 GB UFS 2.1 non espandibile;
  • Fotocamere posteriori: 64 MPx f/1.9 + 8 ultra-grandangolare f/2.4 + 2 Mpx f/2.4 effetto bokeh + 2 Mpx f/2.4 macro con flash LED;
  • Fotocamera anteriore: 16 Mpx f/2.0;
  • Connettività: 4G+, WIFI dual band, NFC, GPS, Bluetooth 5.0, USB C, jack da 3,5 mm;
  • Sistema operativo. EMUI 11 basata su Android 10 senza Google Play Services;
  • Batteria: 4300 mAh con ricarica wireless 66 Watt.

Display

Troviamo un IPS Full HD+ da 6,67 pollici con frequenza di campionamento 180 Hz. Si tratta di un buon pannello con colori fedeli come ci si aspetta da tale tecnologia. E’ molto luminoso e il sensore atto a regolarla è preciso. Gli angoli di visione sono buoni. I neri sono da IPS. Purtroppo l’assenza del refresh rate da 90 Hz è un problema per molti utenti. Il doppio foro è un po’ eccessivo, considerato che abbia uno spazio vuoto, però lascia abbastanza spazio per le notifiche.

Connettività e ricezione

Troviamo il supporto al 4G+ e al dual SIM. La ricezione è buona in ogni condizione di utilizzo. L’audio in chiamata è buono sia da capsula che da vivavoce. Si sente e ci sentono bene.

Troviamo il supporto ad NFC ma c’è ancora Huawei Pay in Italia e nessun altro servizio per i pagamenti contactless. Non manca il Wifi dual band, Bluetooth 5.0, USB type C con supporto OTG e jack da 3, 5mm. Il GPS ha un fix preciso.

Software

Troviamo la EMUI 11 basata su Android 10 e le patch di sicurezza di ottobre 2021. A breve dovrebbe arrivare la EMUI 12 basata sulla penultima versione del robottino verde e diverse novità di Harmon OS. Troviamo il solito launcher con il drawer opzionale e la possibilità di applicare i temi. I toggle rapidi sono curati. Ci sono tutte le app dell’ecosistema che sono delel valide alternative a quello di Google. Per esempio Petal Mail e Petal Search ma anche huaewei Musica e Video. Non mancano le gesture e gestione digitale. Si possono clonare solo alcune app.

Huawei Mobile Service oggi

A distanza di un anno dalla precedente recensione, ne approfitto per tornare a parlarvi di come vanno i Huawei Mobile Services (HMS) oggi. Il colosso cinese ha fatto grossi passi in avanti ma diversi problemi sono rimasti quindi c’è ancora molta strada da percorrere. Basti pensare alla navigazione stradale con Petal Maps, il motore di ricerca Petal Search, il provider email Petal Mail oppure i servizi si streaming Huawei Music e Huawei Video. Però rimangono ancora numerose app mancanti su App Gallery. In questo caso bisogna utilizzare store di terze parti che possono contenere malware o funzionare male o partizialmente.

Questi sono i principali metodi per reperire la maggior parte delle applicazioni con alcune indicazioni sulla sicurezza:

  • Huawei App Gallery: si tratta dello store ufficiale della casa cinese. Le app stanno crescendo ma mancano diversi nomi noti. Quelle che troverete qui sono funzionanti al 100% e pensate per gli HMS. Queste app sono tendenzialmente sicure e prive di virus ma ho sentito di qualche caso di app infette seppur siano state prontamente rimosse. Il mio consiglio è di controllare sempre che il nome di software house/ sviluppatore sia corrispondente a quello del Play store. Di recente è stata aggiunta la possibilità di trovare aggiornamenti su fonti esterne ma non ve lo consiglio;
  • Petal Search: si tratta di un vero e proprio motore di ricerca che però include la possibilità di reperire app su fonti esterne come ApKPure, APKCenter e molte altre. Quindi utile per trovare dove scaricare gli applicativi ma consiglio di utilizzare solo le fonti sicure come i siti web ufficiali;
  • Huawei App Clone: si tratta di uno strumento preziosissimo pe trasferire contatti, registro chiamate, multimedia e anche le app dal vecchio telefono al nuovo Huawei. Per le applicazioni purtroppo non tutte funzioneranno perché hanno dipendenze dai Google Play Services;
  • Amazon App Store: si tratta dello store ufficiale del colosso dell’ecommerce. Non ci sono tantissime le app ma sono sicure e soprattutto non richiedono i Google Play Services;
  • Aurora Store è uno store open source che è effettivamente una copia 1 a 1 del Google Play Store. Pertanto attingendo dai server di Big G è molto sicuro e contiene tutte le app. Sconsiglio però di effettuare login col proprio account Google perché viola le condizioni di servizio. Purtroppo rimangono le dipendenze dai Google Play Services ma molte app sono comunque utilizzabili.

Per la cronaca vi cito anche F-droid che è un valido store open source con molte app sicure e ben funzionanti. Se necessitate di utilizzare alcune app (che ricordo rimangono accessibili da un browser internet) c’è Gspace che consiste in un telefono virtualizzato con accesso a tutte le app. Una buona idea ma non si ha certezza della sicurezza.

Prestazioni

Troviamo un Qualcomm Snapdragon 662 octa-core con 6 GB di RAM. Non si tratta di un SOC velocissimo ma permette allo smartphone di essere fluido. Basta attendere qualche secondo in più di caricamento e poi tutte girano been. Qualche lag può capitare ma nulla di problematico. I giochi leggeri vanno bene. La memoria interna da 128 GB è di tipo UFS 2.1. La RAM è 6 GB quindi nella norma per la fascia di prezzo.

Fotocamera

Troviamo quattro fotocamere posteriori tra cui una 64 Mpx f/1.9, una 8 ultra-wide f/2.4 e due 2 Mpx ciascuna f/2.4 rispettivamente per effetto bokeh e macro e un flash LED. Gli scatti in diurna son o abbastanza veloci mentre in notturna sono un po’ lenti. L’app fotocamera è semplice e ben realizzata. Troviamo la modalità ritratto, notte, panorama, pro e super macro.

Gli scatti con buona luce sono molto buoni con molto dettaglio e nitidezza. Le grandangolari vengono bene e non hanno distorsione. Mentre con poca luce sono sufficienti ma non di più. Anche la ultra-wide se la cava. I selfie dalla unica camera frontale da 13 Mpx vengono bene.

I video arrivano fino al 1080p a 30 fps. La resa è molto buona come la messa a fuoco e lo zoom. La stabilizzazione digitale è come se non ci fosse.

Audio

L’audio è mono ma si sente molto bene sia per livello di volume che qualità. Troviamo sia la radio Fm che il jack da 3,5 mm.

Autonomia

L’autonomia della batteria da 4300 mAh è ottima. Si riesce sempre a coprire la giornata arrivando a fine giornata con una percentuale che varia tra il 50 e il 60 %. Non sono riuscito a superare la giornata e mezza. le ore di schermo che ho ottenuto sono circa 3 e mezzo. Purtroppo a mezzanotte si resetta il conteggio delle ore.

Conclusioni

Huawei Nova 8i è disponibile sul sito ufficiale a 299 Euro mentre su Amazon a 349 incluse gli auricolari Freebuds 4i. Si tratta di cifre alte rispetto alle specifiche e a quello che offre la concorrenza. Si tratta di uno smartphone che funziona bene. Però l’assenza dei servizi Google è un bel limite all’utilizzo, pur l’azienda stia lavorando bene al suo parco app. Quindi lo consiglio a chi fa poco utilizzo dei servizi Google. Ringrazio Huawei per il sample.

Share This Post
Enable Notifications    OK No thanks